Reggina, giugno è il mese decisivo. L’allenatore? Molto vicino…

La dirigenza si è presa il tempo giusto per non sbagliare niente. Anche perché le idee su come fare e cosa fare sono chiarissime

reggina
(foto: Lillo D'Ascola, fotografo ufficiale Reggina)

Radiomercato cuce, rattoppa, scompone e riattacca. E’ arrivata l’estate e le voci si rincorrono perché il calciomercato è bello solamente quando non si sta in clima di spending review. Giornali, siti e radio hanno accostato alla Reggina tanti allenatori dopo le conferme indirette e dirette sul futuro di Roberto Cevoli (in scadenza di contratto), che si svilupperà lontano dallo Stretto come è noto ai più. Nomi circolati? Da Colantuono a Caserta, da Auteri a Braglia, da Toscano a Bisoli. Ma anche altri. E’ il gioco della parti. Perché dalla stampa filtrano mezze verità, mezze bugie, sussurri, cantonate atomiche, piste false e profili più o meno vicini al mondo amaranto.  

Ci siamo
Giugno è un mese decisivo, fa da apripista ai colpi ufficiali che arriveranno tra luglio e agosto. La Reggina si è presa il tempo giusto per non sbagliare niente. Anche perché le idee su come fare e cosa fare sono chiarissime. Il presidente Luca Gallo, il direttore sportivo Massimo Taibi e il direttore generale Andrea Gianni non hanno mai staccato la spina e stanno concentrando le loro energie sulla prossima stagione. La fumata bianca per il nuovo allenatore è quasi matura, anche perché gli sarà cucita addosso una squadra top. Funzionale al pensiero di gioco del futuro coach, molto vicina all’idea di calcio del direttore sportivo Massimo Taibi, ma anche (e soprattutto) in linea con i sogni del presidente Luca Gallo e della tifoseria di Reggio.   

Grande club
Il Milan non ha ancora un allenatore (Giampaolo?), idem per la Roma (Fonseca?), anche la Juve non ha ufficializzato il successore di Allegri (Sarri?). La Reggina fa parte di queste cerchia. Un grande club che attende di limare i dettagli per annunciare il tecnico che avrà un compito delicato: rompere con il passato per vincere, per riportare la Reggina nella parte alta della classifica, dove merita di stare per una gloriosa storia che va avanti da oltre cento anni.          

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 − tredici =