Accordo Pd-M5S, Meloni: «Sarà un governo di restaurazione»

La leader di Fratelli d'Italia critica la possibile nascita di un esecutivo giallorosso e si dice pronta a scendere in piazza per protestare

accordo Pd-M5S

Un possibile esecutivo nato dall’accordo tra il Partito democratico e il MoVimento 5 Stelle «sarà un governo di restaurazione». È questa l’opinione della presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, da sempre sostenitrice di un ritorno alle urne per dar vita a un esecutivo sovranista insieme alla Lega di Matteo Salvini. Come spiega all’AdnKronos, «grazie a quelle che dovevano essere forze del cambiamento e antisistema, in realtà si lavora alla restaurazione di quei governi che negli anni passati abbiamo sempre visto nascere contro il parere del popolo e che servono solo a garantire la sottomissione dell’Italia ai poteri forti e a garantire che una serie di senza poltrona abbiano una poltrona». Inoltre, aggiunge di essere pronta a mobilitare il partito per protestare contro questa nuova alleanza: «Mi pare che ora si siano arresi tutti all’inciucio Pd-M5s. Noi non ci arrendiamo, e ribadiamo che siamo pronti a scendere in piazza».

Attacco al Pd e appello al voto
Poi, tramite social, la Meloni rilancia l’idea del voto subito: «È partito il bombardamento mediatico della sinistra contro Fratelli d’Italia – scrive – Per il Pd chiedere il voto è sovversivo, scendere in piazza a manifestare è sovversivo, scrivere sui social è sovversivo. Per loro solo fare inciuci di palazzo per fregare la volontà popolare è democratico. Ma Fratelli d’Italia non si fa intimidire da questa gente: la sovranità appartiene al popolo, voto subito!».