Agriturismo, settore in crescita: domina sempre la Toscana

In Italia sono 23.406 le aziende autorizzate, 745 in più rispetto all’anno precedente. Si distingue la provincia di Siena con 0.3 milioni di arrivi e 1.1 milioni di presenze

agriturismo

L’agriturismo piace ai turisti italiani e stranieri. E non si può considerare nemmeno una moda perché il trend positivo è stabile da almeno un decennio. Le aziende del settore continuano a crescere per numero di strutture, per la presenza di clienti, ma anche per il valore economico. Lo conferma è contenuta in un nuovo report dell’Istat. Nel 2017, infatti, sono 23.406 le aziende agrituristiche autorizzate, 745 in più rispetto all’anno precedente (+3,3 per cento). L’incremento è dato dalla differenza tra le 2.121 nuove autorizzazioni e le 1.376 cessazioni. Le presenze dei clienti? Ammontano a 12,7 milioni (+5,3 per cento rispetto all’anno precedente). I conti economici, infine, sorridono a mille denti: la dimensione imprenditoriale fa girare 1.36 miliardi di euro con un +6,7 per cento. Lo scarto positivo, prendendo come base i numeri del 2016, è pari a 85 milioni di euro.

Doppia classifica
La crescita del numero degli agriturismi, registrata in tutta Italia, è molto decisa nel centro (+6,3 per cento), meno al sud (+3,9 per cento) e ancora meno al nord (+0,8%). Gli incrementi maggiori sono avvenuti nel Lazio, Umbria e Sicilia. Chiudono con il segno meno solamente Veneto e Molise. Si tratta comunque di rallentamenti quasi impercettibili. La classifica però è diversa se si prendono in esame le “casse ” dei proprietari degli agriturismi: nel nord-est volano con +36 milioni di euro, segue il centro con +29 milioni di euro, chiudono a distanza il nord-ovest e il sud, entrambi con un aumento di circa 10 milioni di euro.  

Regna la Toscana
Continua a brillare la Toscana, numero uno per numero di strutture (4.568), ma anche per per numero di presenze (3.9 milioni), di cui oltre due terzi usufruite da ospiti stranieri. Si distingue la provincia di Siena con 0.3 milioni di arrivi e 1.1 milioni di presenze. Al secondo posto solitario c’è la provincia autonoma di Bolzano con 3.187 aziende autorizzate. Da segnalare che l’84,2 per cento degli agriturismi è situato in aree montane e collinari, il restante 15,8 per cento in pianura. Più di un’attività su tre (36,2 per cento) è a conduzione femminile. La maggiore concentrazione si rileva sempre in Toscana con 1.789 unità gestite da donne.  

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

undici − otto =