Aids, pg Cassazione: “Nuovo processo per Talluto” 

Un nuovo processo in Appello, limitatamente ad alcuni punti, tra cui l’assoluzione in secondo grado in relazione a quattro episodi che gli erano stati contestati. È la richiesta del pg Pasquale Fimiani nel processo davanti ai giudici della I sezione penale della Cassazione per Valentino Talluto, accusato di aver contagiato consapevolmente con l’Hiv una trentina di ragazze attraverso rapporti sessuali non protetti. Il pg, che nella requisitoria ha riconosciuto la responsabilità di Talluto per lesioni gravissime, ha chiesto di riconsiderare nel nuovo processo le quattro assoluzioni.  

A presentare il ricorso in Cassazione, oltre allo stesso Talluto, erano state alcuni parti civili e la Procura Generale della Capitale che chiedeva di riconoscere l’epidemia dolosa. Richiesta non accolta dal Pg. Secondo l’accusa l’imputato, a partire dal 2006, avrebbe infettato le sue partner con rapporti sessuali non protetti.  

Talluto era stato condannato in primo grado il 27 ottobre del 2017 a 24 anni di carcere quando i giudici lo avevano riconosciuto colpevole del reato di lesioni gravissime ma non di quello di epidemia dolosa. L’11 dicembre 2018 la pena era poi stata ridotta in Appello a 22 anni per lesioni gravissime con dolo eventuale e assolto dalla Corte d’Assise d’Appello per 4 casi di ragazze che secondo l’accusa erano state contagiate da lui.