Alimentare, volano i discount. E i prodotti bio vanno di moda

Secondo una analisi della Coldiretti sulla base dei dati sul commercio al dettaglio dell’Istat, si registra un aumento del 7,2 per cento su base annuale

alimentare

I discount del settore alimentare volano in Italia. Secondo una analisi della Coldiretti sulla base dei dati sul commercio al dettaglio dell’Istat, si registra un aumento del 7,2 per cento su base annuale. La crescita è netta anche in tutte le forme distributive, dalle piccole botteghe (+2,9 per cento) ai supermercati (+2,8 per cento) fino agli ipermercati (+1,2 per cento). 

L’annuncio e l’auspicio
«L’alimentare cresce complessivamente ad un tasso del 3,2 per cento su base annua anche se la variazione congiunturale è leggermente negativa (-0,1 per cento). L’aumento della spesa alimentare su base annua è un segnale positivo poiché si tratta la seconda voce del budget familiare dopo l’abitazione. L’auspicio è che ora gli aumenti di spesa nella distribuzione alimentare si trasferiscano anche al settore agricolo che si trova in piena deflazione in settori importanti come la frutta con i compensi riconosciti per molti prodotti che non coprono neanche i costi di produzione», dice la Coldiretti in un comunicato dove conferma che in Italia esistono anche delle profonde criticità nel settore alimentare.  

Il bio va di moda
Gli italiani hanno una passione per i prodotti bio. Quasi due persone su tre (64 per cento) acquistano prodotti alimentari biologici regolarmente (22 per cento) o occasionalmente (42 per cento) con una tendenza che si è costantemente rafforzata nel tempo. «I consumi di prodotti biologici degli italiani hanno raggiunto nel 2018 il valore di 3,6 miliardi con un aumento del 178 per cento nel corso dell’ultimo ma la tendenza positiva continua anche nel 2019 con le vendite nella grande distribuzione organizzata in aumento del 5 per cento nel primo semestre secondo Nomisma», sottolinea la Coldiretti. Le buone notizie non finiscono qui perché l’Italia ha raggiunto un record in ambito continentale: «L’incidenza della superficie biologica in Italia – conclude la Coldiretti – ha raggiunto nel 2018 il 15,5 per cento di quella totale nazionale, e questo posiziona l’Italia di gran lunga al di sopra della media dell’Unione Europea».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

diciannove − sedici =