Ambiente, vuoi un terrazzo o un balcone green? Ecco quanto puoi detrarre

Si chiama Bonus Verde, è uno sconto fiscale previsto dalle Agenzie delle Entrate sia per il singolo privato che per i condomini

ambiente

Esiste un modo per risparmiare sui costi di sistemazione di un balcone, di un giardino o di un terrazzo e aiutare l’ambiente. Si chiama Bonus Verde, è uno sconto fiscale previsto dalle Agenzie delle Entrate sia per il singolo privato che per i condomini. La detrazione massima è di 1.800 euro per immobile (36 per cento di 5.000). Non si tratta chiaramente di una ristrutturazione in senso tecnico e stop (demolizioni, impermeabilizzazione, rasatura e pittura), ma di realizzare un giardino dove prima non c’era, opppure di trasformare in “green” e in modo rilevante un giardino o un balcone o un terrazzo già esistente. Tramite piante, alberi, prati e altro. Per la precisione si tratta di «una detrazione Irpef del 36 per cento sulle spese sostenute nel 2018 per i seguenti interventi: sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi; realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili. La detrazione va ripartita in dieci quote annuali di pari importo e va calcolata su un importo massimo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo, comprensivo delle eventuali spese di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi», si legge sul sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate. La detrazione vale sia per inquilini che per i proprietari, e spetta anche per le spese di progettazione. Alta cosa importantissima: «Il pagamento delle spese deve avvenire attraverso strumenti che consentono la tracciabilità delle operazioni (per esempio, bonifico bancario o postale)». Il Bonus Verde è stato  introdotto per migliorare la qualità ambientale delle aree urbane con interventi finalizzati alla implementazione del green soprattutto tra i privati. Non vale per la manutenzione ordinaria, c’è bisogno di un restyling totale.  

Per i condomini
Gli interventi tipici riguardano per esempio nuovi alberi, impianti di irrigazioni green e tappeti erbosi e vialetti. Il Bonus Verde quindi «spetta anche per le spese sostenute per interventi eseguiti sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali, fino a un importo massimo complessivo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo. In questo caso, ha diritto alla detrazione il singolo condomino nel limite della quota a lui imputabile, a condizione che la stessa sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi». 

Costi medi
Di solito per sistemare a verde un balcone di piccole dimensioni nelle grandi città il costo va calcolato a corpo. Esempio: per un intervento su una struttura esterna di 4 mq si viaggia in media sui 1000-1200 euro totali. Per le grandi metrature – tipo terrazzi condominiali – il costo dei lavori si calcola a metro quadro: la stima media è di circa 120 euro. Per un cortile da trasformare in giardino di 40 metri quadri di un appartamento al piano terra il costo medio è di 4800 euro, comprensivo di gazebo, piante arrampicanti e vasi. Con Bonus Verde, dunque, si potrà detrarre il 36 per cento, cioè 1728 euro.      

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here