Animali, la cura dei pet è sempre più tecnologica

Dalla videocamera interattiva che consente di prendersi cura dell'animale anche a distanza, alla startup che permette di prenotare la visita dal veterinario 7 giorni su 7 e 24 ore su 24

animali domestici

Cresce in modo costante il mercato della cura degli animali, in tutto il mondo. Nel nostro Paese, in particolare, il giro d’affari del 2017 è stato di 2.051 milioni di euro per un totale di 573.940 tonnellate di prodotti per l’alimentazione che sono stati commercializzati (Rapporto Assalco Zoomark 2018) e un incremento di fatturato del 3,8 per cento.

Tra i pet i protagonisti sono sicuramente i gatti (se ne contano 7,5 milioni), cui seguono i cani (7 milioni) e altri piccoli mammiferi nonché uccelli e rettili per un totale di circa 60 milioni e 400 mila animali domestici. La spesa annua per un gatto è di 780 euro, per un cane svetta a 1800 euro e tende a crescere.

Tecnologia a servizio degli animali (e dei padroni)
E l’amore per i piccoli compagni di vita è così grande che si cerca di stargli vicino anche quando si è fisicamente lontani. A questa esigenza risponde Petcube Play, una videocamera interattiva, prodotta dalla startup americana Petcube, che consente al padrone di prendersi cura dell’animale anche a distanza. Il dispositivo, infatti, permette di vedere, parlare e ascoltare l’animale consentendo così di rassicurarlo, dargli indicazioni e, all’occorrenza, lanciargli una crocchetta come ricompensa. 

Da qualche tempo Petcube si sta affacciando anche sul mercato italiano ma, almeno per il momento, le recensioni degli utenti su Amazon sono poche: si commenta soprattutto la possibilità di poter tranquillizzare l’animale con la proprio voce e  l’ottima qualità dell’immagine. Sono superiori, invece, le recensioni degli utenti stranieri. Il prodotto, infatti, è diffuso in altri 15 paesi oltre agli Usa. Questi utenti dimostrano di apprezzare soprattutto  il fatto di poter ascoltare il verso del proprio animale domestico anche a distanza e la possibilità di potergli lanciare la ricompensa. A maggio 2017 Petcube aveva venduto oltre 100.000 telecamere: il fatturato dell’azienda nel 2016 è stato di 1,2 milioni di dollari.

Innovazione Made in Italy
Petcube a parte, anche nel nostro Paese sono nate delle startup che pensano al benessere dei pet. Un esempio è ProntoVet24, azienda nata a Taranto che consente ai proprietari di animali di prenotare la visita di un medico veterinario a domicilio in ogni momento della giornata. 

 

 

 

 

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

dieci + 11 =