Arriva il Decreto di Conte: ‘Non abbiamo più tempo’, tutta l’Italia diventa ‘zona rossa’

Una conferenza stampa a sorpresa del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha decretato un provvedimento che, da qualche ora, era nell’aria: tutta l’Italia diventa ‘zona rossa’.

Un provvedimento reso necessario dal fatto che i contagi da coronavirus continuano ad avere una crescita preoccupante.

Da ora e fino al 3 aprile, tutta l’Italia sarà ‘chiusa’. Chiunque dovrà spostarsi all’interno del territorio nazionale dovrà farlo per motivi di lavoro, necessità stringente o salute.

Non è finita: tutti gli assembramenti di qualunque tipo saranno vietati, compresi quelli dei locali.

Chiuse anche le palestre, i centri sportivi e divieto di svolgimento per qualsiasi manifestazione sportiva.

La sospensione delle attività didattiche ed accademica sarà prolungata fino al 3 aprile su tutto il territorio.

Lo stesso premier Giuseppe Conte ha avuto modo di ribattezzare il decreto prossimo alla firma ‘Io resto a casa’.  Evidente il concetto basilare di dare agli italiani contezza del fatto che, da ora in avanti, si dovrà lasciare casa solo per motivazioni stringenti.