Asilo nido, ballano sulle note di “Bella Ciao”. La Lega: «Episodio grave…»

Claudia Gobbato, deputata del Carroccio: «Ci auguriamo che episodi come questi non si verifichino mai più e che i bambini possano ascoltare e cantare brani adatti alla loro età»

asili nido

Un papà di Bologna ha innescato la protesta. Perché nell’asilo nido che frequenta il figlio le maestre hanno fatto ballare i bebè sulle note di “Bella Ciao”, tra parentesi canzone ritornata di moda grazie alla serie tv spagnola la “Casa di Carta”. Il caso ha coinvolto anche il Comune che ha minimizzato l’accaduto.

Critiche dalla Lega
«I bambini vanno all’asilo nido per poter giocare e crescere serenamente, non per essere resi oggetto di propaganda politica. Violare un principio così ovvio è tanto inquietante quanto grave. Questo vale sia per gli amministratori comunali di Bologna, che invece non trovano affatto strano quanto avvenuto, sia per le maestre materialmente responsabili del fatto nell’esercizio della loro professione. Ci auguriamo che episodi come questi non si verifichino mai più e che i bambini possano ascoltare e cantare brani adatti alla loro età», ha detto la deputata Claudia Gobbato, capogruppo della Lega in commissione bicamerale per l’infanzia e l’adolescenza, in merito all’episodio dell’asilo nido di Bologna in cui le maestre fanno ballare “Bella Ciao” ai piccoli.