Attacco a Melbourne, la vittima era di origini italiane  

Era di origine italiana la vittima dell’attacco di ieri a Melbourne rivendicato dall’Is. Lo hanno confermato fonti della Farnesina, secondo cui la circostanza è stata appurata dal consolato generale a Melbourne. Secondo quanto scrive il giornale australiano Herald Sun, l’uomo accoltellato a morte da Hassan Shire Ali – che ha anche ferito due persone, prima di essere a sua volta ucciso dalla polizia – è Sisto Malaspina, 74anni, proprietario del Pellegrini Espresso Bar, definito “la persona più felice che si possa immaginare”.  

Il giornale lo descrive come “un bon vivant, icona di Melbourne” e ricorda che era diventato nonno per la prima volta una settimana fa. Secondo le ricostruzioni, Malaspina si sarebbe trovato a poche centinaia di metri dal suo locale, quando il terrorista ha fatto esplodere la sua auto. Potrebbe essere accorso in aiuto di Shire Ali, che, invece, hanno riferito i testimoni, lo ha accoltellato al collo.  

(Fonte: Adnkronos)