Auto immatricolate, estate con il sorriso: Jeep fa volare Fca  

Numeri importanti anche per Alfa Romeo. In Italia, però, la quota di nuovi mezzi nel 2018 resta stabile con il meno 0.1 per cento

FCA

L’estate si chiude con il segno più. Il mercato italiano dell’auto sorride sotto al sole: ad agosto sono state immatricolare 91.511 vetture (+9.5 per cento), mentre a luglio 152.779 (+4.7 per cento). Netto il rialzo perché negli stessi mesi del 2017 si era arrivati a quota 83.638 per agosto e 145.942 per luglio. In generale, però, la quota di immatricolazioni di nuovi mezzi che va da gennaio ad agosto resta stabile con il meno 0.1 per cento scritto sul report dell’Acea, l’associazione europea dei costruttori di automobili. Lo scarto, dunque, è quasi impercettibile: infatti, nel 2018 sono state immatricolate 1.365.947 auto da gennaio ad agosto; nello stesso periodo del 2017 erano 1.366.881.  

In Europa
Durante i primi otto mesi di quest’anno, le immatricolazioni di autovetture in tutta l’UE sono cresciute del 6.1 per cento fino a raggiungere 10.8 milioni di unità, in gran parte amplificate dalle prestazioni insolitamente forti durante i mesi estivi (ha inciso l’introduzione del WLTP). Guardando ai principali mercati, la domanda è cresciuta in Spagna (+14.6 per cento), Francia (+8.9 per cento) e Germania (+6.4 per cento), mentre, come detto, le vendite di auto sono rimaste stabili in Italia (-0.1 per cento) e si sono contratte non poco nel Regno Unito (-4.2 per cento). Il mercato più in crescita è quello della Romania con il +47.5 per cento. Nel mese appena trascorso si è segnato il record del +112.9 per cento di immatricolazioni.    

Jeep va forte
Da segnalare le performance del gruppo FCA in ambito europeo: ad agosto ecco un +38.9 per cento, mentre nell’anno parziale si registra un +3 per cento generale. A fare da traino il marchio Jeep con il +158.1 per cento ad agosto e +78.5 per cento nel parziale del 2018. Numeri importanti anche per Alfa Romeo (+16.8), male Lancia/Chrysler che va sotto del 28.2 per cento, idem per Fiat con il -5 per cento.        

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here