Barcellona rimonta, Inter ko  

Un grande primo tempo non basta all’Inter per uscire indenne dal Nou Camp. I nerazzurri cedono 2-1 al Barcellona in un match della seconda giornata del gruppo F di Champions League. Al vantaggio ospite firmato da Lautaro Martinez dopo 2′ replica Luis Suarez con una doppietta d’autore al 13′ e al 40′ della ripresa. Ora in classifica i catalani guidano con 4 punti il girone insieme al Borussia Dortmund, con Slavia Praga e i nerazzurri fermi a un punto.  

Pronti-via e gli ospiti sbloccano il match dopo 2′ con Lautaro. L’argentino sfrutta un rimpallo favorevole e arriva al limite dell’area, resiste al ritorno di Lenglet e batte Ter Stegen con un diagonale che si infila nell’angolino opposto. Al 15′ provano a reagire gli azulgrana: cross da destra di Sergi Roberto, stacco di testa di Griezmann e palla alta di poco. Al 25′ si fa vedere Messi con un conclusione da fuori area sulla quale fa buona guardia Handanovic. Poco dopo la mezz’ora nerazzurri vicini al raddoppio con Barella che, liberato a centro area da Sanchez tira a colpo sicuro ma Semedo in scivolata riesce ad alzare la conclusione dell’ex Cagliari in angolo.  

La squadra di Valverde è spesso sbilanciata e lascia praterie al contropiede degli ospiti che sfiorano ancora il doppio vantaggio: cross di Candreva per la testa di Lautaro che non angola abbastanza permettendo a Ter Stegen di deviare in corner. Al 42′ ancora Inter, Barella ruba palla a Busquets, Sanchez cambia gioco su Sensi, l’ex Sassuolo ricerca il cileno che di testa mette fuori.  

In apertura di ripresa cambia la partita, gli azulgrana aumentano la pressione e schiacciano l’Inter nella propria metà campo. Al 10′ contatto in area catalana tra Sensi e Arthur ma Skomina lascia correre e non concede il rigore. Al 13′ arriva il pari dei padroni di casa: Vidal serve Suarez al limite dell’area che va a segno con uno stupendo diagonale che termina all’angolo basso alla destra di Handanovic. Al 17′ Griezmann mette sfiora il vantaggio con una conclusione da dentro l’area che scuote l’esterno della rete. Conte si copre e poco dopo inserisce Gagliardini al posto di Sanchez. Al 23′ ci prova Dembelé ma la sua conclusione termina alta.  

Poco dopo la mezz’ora uscita spericolata di Ter Stegen che mette in fallo laterale, il portiere tedesco rientra lentamente in porta e D’Ambrosio prova a beffarlo ma la sua conclusione termina sulla parte esterna della rete. Al 40′ arriva il gol partita: Messi arriva al limite dell’area e serve orizzontalmente Suarez, perso da Godin, che controlla il pallone e di piatto batte Handanovic e fa esplodere il Camp Nou.