Beer Craft Arena a Firenze: tre giorni per gli amanti della birra artigianale

Da venerdì 21 a domenica 23 settembre l'ippodromo del Visarno si trasforma in un enorme pub che punta sui prodotti italiani  

birra

Una festa per tutti i cultori della birra artigianale. Da venerdì 21 a domenica 23 settembre l’ippodromo del Visarno a Firenze si trasforma in Beer Craft Arena, tre giorni di delizie da gustare, scoprire e sperimentare. L’ingresso è gratuito e come nelle precedenti, affollatissime, edizioni, Beer Craft Arena propone anche una selezionata proposta di street food, mercatino vintage e dj set. Uno spazio è dedicato alla Franconia – la regione tedesca con il più alto numero di birrifici, patria dell’arte brassicola – affidato a Manuele Colonna, gestore del pub trasterverino “Ma che siete venuti a fa” e autore del libro “Birra in Franconia”, mentre per i fan delle birre acide non manca il Sour Corner, gestito da Diorama e Bere Buona Birra.

Ecco i protagonisti 
E veniamo alle star della manifestazione, i 10 birrifici artigianali selezionati per questa edizione di Beer Craft Arena: da Montemurlo (Prato) il Birrificio Badalà, che con “Épicé” e “Storter” ha conquistato un primo e terzo premio al concorso Birra dell’anno 2018. Da Milano la beer-firm Muttnik, anche loro tra i premiati di Birra dell’anno 2018 con “Bolik”, “Laika” e “Strelka”. Dalle colline della Val d’Orcia la Brasseria della Fonte: orzo e luppoli sono coltivati in azienda e brassati con acqua di fonte. Da Lucca tutta l’esperienza del birrificio Brùton, tra i pionieri dell’arte birraia in Toscana. Da Bassano Romano la Hilltop Brewery, fondata da una famiglia anglo-irlandese. Dalle campagne capitoline anche Jungle Juice Brewing e Ritual Lab, marchi recenti chesi sta facendo apprezzare anche all’estero. Da Brescia le “Birre irriverenti” – ipse dixit – di No Tomorrow, premiato l’anno passato per la stout “Hop’n’hell”. Tra i birrai  emergenti 2018 c’è Stefano Simonelli del birrificio Vetra, mentre dalla Stiria austriaca arriva il carismatico Karl Karigl di Blakstoc, con sidri e birre d’autore. Li ritroveremo tutti alla Beer Craft Arena.

Anche il mercatino vintage
Nell’ambito della tre giorni, l’Ippodromo del Visarno ospita anche il Vintage & Art Market: borse, occhiali, vestiti e tanti accessori, pezzi unici dagli anni ’50 fino ai ’90 oltre ai migliori prodotti di artigianato, oggettistica, gioielli, arte, vinili e molto altro. Ampio spazio alla moda anni ’80 e ’90 e allo street wear con stand specializzati e pezzi imperdibili a ottimi prezzi. Con un occhio anche all’ambiente: stand dedicati a prodotti di qualità ma realizzati con tecniche e materiali di riciclo e riuso.

(fonte: AdnKronos)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here