Berlusconi vs Toti: chi aderisce a Cambiamo espulso da Forza Italia

Il governatore della Liguria, presenta il simbolo della nuova associazione, provocando la reazione del suo ex partito (FI) che in una nota diffida i suoi componenti ad aderire al nuovo soggetto politico

Berlusconi vs. Toti

Ormai è ufficiale il distacco di Giovanni Toti da Forza Italia e il suo leader, Silvio Berlusconi. Inizia, infatti, a svilupparsi “Cambiamo” il nuovo movimento lanciato dal governatore della Liguria. L’ex coordinatore di Forza Italia, in un post su Facebook presenta una bozza di quello che dovrebbe essere il simbolo di questo nuovo soggetto politico: «Un sole arancione che guarda al futuro: ecco la prima bozza del simbolo di “Cambiamo” a cui stiamo lavorando. Nelle prossime ore, anche grazie ai vostri suggerimenti, ci sarà la versione definitiva. Ma anche in questo caso vogliamo fare tutto insieme, passo dopo passo. Prestissimo, con il vostro aiuto, saremo pronti a dare il nostro contributo ovunque, nei comuni, nelle regioni, in Italia, per un centrodestra nuovo, con facce nuove, idee nuove».

Berlusconi vs. Toti
La bozza del simbolo di “Cambiamo” (immagine da Facebook)

Chi aderirà all’associazione verrà espulso da Forza Italia
La strada intrapresa da Toti, però, ha provocato ovvie reazioni all’interno di quello che è, ormai, il suo ex partito. Infatti, con una nota diffusa dal Coordinamento di presidenza di Forza Italia, si fa presente come tutti coloro che hanno contribuito alla creazione della nuova associazione politica o vi aderiranno in futuro, saranno immediatamente espulsi da Forza Italia: «Il Coordinamento di Presidenza di Forza Italia prende atto della costituzione dell’associazione “Cambiamo”, promossa da Giovanni Toti, che nasce su presupposti divisivi e con finalità totalmente incompatibili e inconciliabili con l’iniziativa politica di Forza Italia. Si ritiene quindi che, obbedendo a un principio di lealtà e trasparenza, i dirigenti di Forza Italia che abbiano partecipato alla costituzione dell’associazione “Cambiamo” o che in futuro decidano di aderirvi debbano considerarsi decaduti dai loro incarichi in Forza Italia, anche per quanto riguarda gli incarichi nei gruppi parlamentari. In assenza di iniziative autonome e nel presupposto della totale incompatibilità con “Cambiamo” saranno inoltre immediatamente attivati gli organi statutari per l’espulsione da Forza Italia di chi ha aderito o aderirà all’associazione».

Annunci

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

20 − 1 =