Black Friday, ci sono anche i drogati di shopping online

Comprare compulsivamente su internet colpisce una persona su venti. E’ una malattia? Gli psicoterapeuti sono preoccupati

black friday

Lo shopping compulsivo non è un problema che nasce oggi. C’era e forse c’è sempre stato. Ma l’era digitale ha reso ancora più semplice cadere in questo disturbo. Il motivo? Perché online si può comprare 24 ore su 24, praticamente senza limiti, in maniera anonima e sicura. Anche via app. Del resto, bastano un paio di clic sullo smartphone e una carta pregata. Si stima che una persona su venti sia “drogata” di shopping online, cioè che acquisti oggetti compulsivamente, selvaggiamente, senza un reale bisogno. Il Black Friday, con i super sconti in programma a fine mese, può diventare un inferno per chi è affetto da questo problema.   

L’allarme
Gli psicoterapeuti della Facoltà di Medicina di Hannover in Germania hanno lanciato l’allarme: essere dipendenti dagli acquisti sul web dovrebbe essere riconosciuto come un vero disturbo mentale, con sintomi e caratteristiche ben distinti. Le persone ossessionate dalle spese online, carta di credito alla mano, possono finire per accumulare debiti, litigare con i propri cari e perdere completamente l’autocontrollo. «È davvero il momento di riconoscere il disturbo da shopping compulsivo come condizione di salute mentale e di studiare più a fondo la versione online della malattia», sottolinea Astrid Müller, il cui team ha effettuato un’indagine pubblicata sulla rivista Comprehensive Psychiatry.

Ansia e depressione
Lo studio condotto su 122 pazienti ha evidenziato che nel campione ci sono tassi di depressione e ansia più alti del normale. «Sempre più giovani mostrano segni di disordine negli acquisti. Attualmente, il disturbo da shopping compulsivo non è classificato come una malattia a sé stante, ma fa parte di una categoria denominata altro specifico disturbo del controllo degli impulsi». Insomma, il problema resterà sia per il Black Friday 2019 che per il futuro.   

Il disturbo da shopping compulsivo, in particolare quello online, può provocare un ciclo di desiderio estremo per l’acquisto di cose e una grande soddisfazione quando si spendono soldi, ricordano gli psicoterapeuti. Questo porta alla perdita dell’autocontrollo, a estrema sofferenza e ad altri disturbi psichiatrici, oltre a difficoltà relazionali e problemi economici. Il Black Fridy potrebbe acutizzare questi sintomi.