Bollo auto: scadenza rinviata in cinque regioni, presto potrebbero aggiungersene altre

Spostare la scadenza del bollo auto è un tentativo di venire incontro ai cittadini che diverse regioni stanno provando a fare.  Al momento lo spostamento dei termini è stata scelta da cinque regioni, a cui presto potrebbero aggiungersene altre. L’obiettivo è togliere dalla voce uscite delle famiglie una spesa ‘grave’ in una fase particolarmente delicata sotto il profilo economica, ma anche evitare che la gente si muova per andarlo a pagare in piena emergenza coronavirus.  Occorre precisare che gli sportelli Aci sono al momento chiuso.

Pagamento bollo auto rinviato per cinque regioni

Le prime quattro regioni a disporre il rinvio della scadenza sono state Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Campania. Nei quattro casi citati i termini del 31 marzo, del 30 aprile e del 31 maggio sono stati spostati al 30 giugno.  La tassa di circolazione, dunque, potrà essere pagata entro la fine del sesto mese dell’anno senza aggravio di mora.

Discorso a parte merita, invece, la Regione Marche.  Quest’ultima ha disposto che il pagamento possa essere spostato fino al 31 luglio. Dunque, in questo caso, anche chi aveva scadenza il 30 giugno potrà pagare entro la fine di luglio.

Altre regioni in arrivo

Diverse associazioni di consumatori auspicano che la scelta di spostare la scadenza del bollo possa essere una scelta condivisa da tutte le regioni. Secondo quello che emerge che, subito dopo la prossima assemblea regiona, potrebbe arrivare la delibera della Regione Sicilia. Altre regioni a statuto ordinaria, invece, aspettato un confronto con il Ministero dell’Economia.