Il messaggio dell’Inps, bonus asilo nido e bonus baby sitter sono cumulabili

Tra le varie misure economiche approvate dal Governo nell’ambito dell’emergenza coronavirus, alcune sono direttamente destinate alle famiglie italiane.

Tra queste le più importanti sicuramente sono il bonus baby sitter, introdotto dal Governo per fronteggiare la chiusura di scuole e asili nido.

Altro strumento introdotto dall’esecutivo guidato da Giuseppe Conte è il bonus asilo nido.

I due bonus sono cumulabili

Il Bonus baby sitter di 600 euro è cumulabile con il bonus asilo nido. A chiarire la questione è l’INPS con il messaggio n. 1447 del 1° aprile 2020, che spiega appunto che il bonus baby sitter di 600 euro è compatibile con il bonus asilo nido. I voucher riconosciuti per il pagamento dei servizi di baby sitting saranno riconosciuti anche a chi fruisce del bonus asilo nido.

Il rimborso della retta del nido però resto ancorato e subordinato al versamento effettivo della stessa.

Bonus baby sitter quando può essere richiesto

Il bonus baby sitter può essere richiesto già dal 1° aprile 2020 in alternativa alla fruizione del congedo parentale straordinario. L’importo massimo riconosciuto, da utilizzare tramite il Libretto Famiglia INPS, ammonta a 600 euro. Il bonus come ha già spiegato l’Inps è compatibile con il bonus asilo nido.

L’INPS ricorda che l’importo del bonus baby sitter non è riconosciuto direttamente al beneficiario, ma viene erogato per il tramite del libretto famiglia ed è spendibile per il pagamento della prestazione occasionale del lavoratore che svolge assistenza ai figli fino a 12 anni di età.

Un aiuto economico che non contrasta con il bonus asilo nido, per il quale requisito fondamentale è il pagamento della retta in merito alle mensilità prenotate in domanda.