Borsa: Milano positiva a +1%, corre Pirelli con il +8,64%  

Seduta positiva per il Ftse Mib (21.954,66 punti, +1,01%), che ha chiuso in linea con i principali listini europei. A sostenere i rialzi a Piazza Affari è il comparto auto: in evidenza Pirelli (+8,64%, 5,682 euro), la quale avanza dopo il profit warning di Continental. La società tedesca ha comunicato che i conti del secondo trimestre 2019 non saranno peggiori di quanto preventivato dagli analisti. Questo è bastato a far balzare sia il titolo del produttore di pneumatici di Hannover, sia quello dei suoi concorrenti. Bene anche Fca (+3,08%, 12,38 euro) e Cnh Industrial (+2,61%, 9,44 euro). 

Fuori dal settore automobilistico, Prysmian fa segnare la seconda performance migliore dell’indice (+5,85%, 19,90 euro). A far volare le azioni della società guidata da Valerio Battista è la notizia relativa all’aggiudicazione di un contratto dal valore di 700 milioni di euro per la realizzazione di Viking Link, la prima interconnessione in cavo sottomarino tra Regno Unito e Danimarca. 

In luce anche le banche, in particolar modo Unicredit (+2,65%, 11,484 euro), in positivo dopo i rumors sui maxi-licenziamenti. A favorire gli istituti di credito del Belpaese è anche la diminuzione dello spread tra Btp e Bund a 10 anni, che si attesta a 195,90 punti base (-2,17%). Il leggero calo del petrolio Wti (-0,14%, 56,14 dollari al barile) non impedisce al settore dell’oil&gas italiano di mettere a segno ottime performance, con Saipem e Tenaris in rialzo rispettivamente del 2,52% e dello 0,75%. In controtendenza Amplifon (-1,29%, 21,38 euro), che chiude in coda al principale paniere milanese. 

Sul fronte valutario, sessione da dimenticare per l’euro-dollaro, che scambia a 1,1154, in calo dello 0,47% rispetto alla chiusura di ieri. (In collaborazione con money.it)” 

(Fonte: Adnkronos)

Annunci