Borsa: Piazza Affari chiude toccando massimi dell’anno  

Gli asset italiani sono sempre più richiesti. Che siano azioni od obbligazioni, gli investitori fanno a gara per mettersi in portafoglio titoli tricolore, consapevoli che in casi di estrema necessità la BCE è pronta ad intervenire facendosi carico degli acquisti. 

Ecco perché oggi Piazza Affari è fra le poche Borse europee a chiudere con il segno più e ad aver toccato i massimi dell’anno: l’indice FTSE Mib ha archiviato la seduta a punti in rialzo dello 0,56% a 22.169,42 punti. 

Ad indirizzare le preferenze degli investitori sono stati per lo più i titoli del settore utility e petrolifero: in testa Atlantia (+2,57% a 24,33 euro), impegnata nella delicata partita del salvataggio di Alitalia. Oggi c’è stato un Cda nel quale si è discusso degli aspetti tecnici relativi ad un potenziale ingresso insieme a CDP ed altri soci nella compagnia di bandiera. Ben comprati Pirelli (2,26%), Prysmian (+2,04%) ed Enel (+1,3%). 

Sul fronte ribassi penalizzati i titoli della galassia Agnelli, in particolare CNH Industrial che chiude sul gradino più basso del listino con un -1,48% a euro. Subito dopo Exor con un -0,97 per cento a 63,22 euro. 

Oggi un altro risultato brillante per le aste del Tesoro sui titoli di Stato a 5 e 7 anni. Il Tesoro italiano ha assegnato tutti i 5,5 miliardi di euro dei due titoli, con rendimenti in calo rispetto alle ultime aste. (In collaborazione con money.it) 

(Fonte: Adnkronos)