Borsa: Piazza Affari positiva grazie al calo dello spread, Enel ai massimi da febbraio 2008  

Seduta caratterizzata dagli acquisti quella odierna per il FTSE Mib, con l’indice di riferimento di Borsa Italiana che ha archiviato gli scambi a 22.090,81 punti (+0,05%). Il basket tricolore ha sovraperformato i principali indici di Borsa del Vecchio Continente, con il DAX tedesco che ha lasciato sul terreno lo 0,92% e il CAC40 lo 0,38%. 

A sostenere i corsi di Piazza Affari ha contribuito la nuova discesa dello spread tra il BTp e il Bund tedesco: il differenziale tra i due decennali ha lambito i 180 punti base, archiviando la giornata di Borsa a 185,40 punti. Si tratta dei valori minimi da metà maggio 2018. Il calo dello spread è legato alla discesa dei rendimenti del BTp, con il tasso del decennale tedesco sceso sotto la soglia dell’1,60% dai 3,57% di un anno fa. 

L’arretramento dello spread ha sostenuto i corsi dei titoli bancari e di quelli delle utility. Per quanto riguarda il comparto bancario, a sostenere le quotazioni hanno contribuito anche attese di misure non convenzionali da parte della BCE e un report di Mediobanca che ha analizzato gli effetti positivi per la redditività degli istituti di credito italiani dal recente calo dello spread. Per gli analisti di Piazzetta Cuccia, Intessa Sanpaolo (+0,34% a 2,05 euro) nel secondo trimestre 2019 registrerà 950 milioni di euro di utile, battendo così del 6% il consensus del mercato posto a 898 milioni. 

Venduti invece per alcuni titoli industriali, in primis Prysmian (-2,81%) e Pirelli (-3,06%). A penalizzare le azioni della Bicocca l’alert di alcuni analisti secondo cui la guidance 2019 potrebbe essere a rischio. Male anche i titoli del comparto petrolifero, con Tenaris che ha archiviato la seduta in calo dell’1,73% a 11,355 euro e Saipem dell’1,84% a 4,364. Nel giorno dell’ufficializzazione dell’acquisto di Matthijs de Ligt vendite sul titolo Juventus, con le azioni della squadra di calcio campione d’Italia che ha concluso le contrattazioni a 1,528 euro (-1,48%). (in collaborazione con money.it)  

(Fonte: Adnkronos)

Annunci