Borse giù, Milano -1%  

Avvio di seduta negativo per le borse europee. Londra segna una flessione dello 0,63%, Francoforte dello 0,72% e Parigi dello 0,80%. A Milano il Ftse Mib cede l’1% a 19.232 punti, mentre lo spread Btp-Bund è in rialzo a 299 punti. Ieri sera Wall Street ha chiuso debole, con il Dow Jones Industrial in rialzo dello 0,04% a 26.191 punti e il Nasdaq in flessione dello 0,53% a 7.530. Pesante la borsa di Tokyo, con il Nikkei 225 in calo dell’1,05% a 22.250 punti.  

Sull’indice principale della piazza milanese Leonardo si aggiudica la maglia nera, con una flessione del 4,26%. Male anche Tim (-3,73%), dopo la pubblicazione dei conti dei nove mesi, che evidenziano una perdita di 868 milioni di euro, a seguito di una voce straordinaria di 2 miliardi di euro per la svalutazione dell’avviamento domestico. Male anche Banco Bpm (-3,45%) e Azimut (-3,82%). Ribassi oltre il punto percentuale per Stm, Moncler, Saipem, Prysmian, Eni e Cnh Industrial. 

Fra i titoli del comparto bancario Intesa Sanpaolo cede l’1,52%, Ubi Banca l’1,70% e Unicredit lo 0,81%. Positive Unipol (+0,52%) e UnipolSai (+0,30%), dopo i conti del trimestre. Ferragamo balza del 2,40% e Snam dell’1,98%.  

(Fonte: Adnkronos)