Brucia la Plaia di Catania  

Fiamme e paura in Sicilia. Dopo l’incendio a San Vito Lo Capo, a bruciare è ora il litorale sabbiosi della Plaia, a Catania dove centinaia di bagnanti sono stati evacuati via mare, con gommoni dei vigili del fuoco sommozzatori e di vigili del fuoco della sezione navale di Catania. Vi sarebbero inoltre numerose autovetture coinvolte negli incendi sviluppatisi. Lo rende noto il comando provinciale dei vigili del fuoco. 

Un vigile del fuoco che operava sui lidi della Plaia è stato trasportato all’ospedale Cannizzaro di Catania. Ha accusato un malore mentre stava operando per spegnere un incendio tra le sterpaglie della località balneare. 

Tra i bagnanti bloccati dalle fiamme vi sono anche 40 bambini che erano rimasti bloccati nei lidi Azzurro e nella colonia Don Bosco. Sono stati tutti messi in salvo da motovedette della capitaneria di porto. Sul posto stanno operando anche mezzi aerei del corpo forestale e dei pompieri. Gli interventi sono coordinati dalla sala operativa attivata nel primo pomeriggio in Prefettura. 

A Catania e provincia sono 36 le posizioni di intervento di soccorso aperte attualmente a causa del forte vento di scirocco che rende critica la situazione incendi in diverse parti del territorio. Si tratta principalmente di incendi di bosco, sterpaglie e colture. 

(Fonte: Adnkronos)