Burioni: «Non confondete raffreddore e influenza, non sono uguali. Ecco come dovete curarvi»

«Molti pensano che raffreddore e influenza siano la stessa cosa. Ma non è così e qui proviamo a fare chiarezza una volta per tutte. Il raffreddore, che nulla ha a che vedere con l’influenza, è causato spesso (40% dei casi), da dei virus chiamati rhinovirus (dalla parola greca ῥίς ῥινός, rinos, naso)». Questi virus «hanno alcune caratteristiche molto particolari. E siccome uno di loro mi sta facendo penare, ho deciso di raccontarvelo». Lo afferma il virologo Roberto Burioni in un focus su Medical Facts. Ma come curarsi? «Contro il raffreddore, ahimè, non abbiamo cure specifiche. Si possono usare antipiretici (il paracetamolo, per esempio), l’aspirina, i vasocostrittori (spray o compresse), che aiutano a respirare meglio (ma non abusatene). E anche farmaci che attenuano i sintomi, come gli antistaminici», dice ancora Burioni. «Riguardo a questi ultimi attenti, perché funzionano bene, ma inducono sonnolenza. Nessun problema se state a casa a guarire (come vi consiglio)». Però «evitateli se dovete guidare o fare altro che richieda attenzione. Come ho appena detto, la cosa migliore è riposarsi un paio di giorni, che consentono di superare la fase più acuta e stare decisamente meglio».