Business post mortem, dalle urne bio alla reincarnazione in diamante

La colorazione, dal bianco al blu, dipende dalla quantità di boro presente in ciascun organismo. Costo? Dai 3 mila ai 24 mila euro

Business

«Ricordati, uomo, che polvere sei e polvere ritornerai». Già nella prima versione della Bibbia, redatta da San Girolamo, compare il riferimento alle ceneri come inizio e fine dell’esistenza umana. La cremazione, ossia la riduzione in polvere dei defunti, è un fenomeno ormai sempre più diffuso in Italia. Nel 2016 se ne sono registrate 141 mila contro le 137 mila dell’anno precedente, secondo l’ultima stima della Sefit Utilitalia, la Federazione dei Servizi Funerari Italiani. All’interno di questo settore, solitamente statico e conservatore, stanno nascendo di recente nuove idee imprenditoriali.

L’urna biologica è arrivata in Italia quattro anni fa

Urna Rinascita
Una di queste è Urna Rinascita, prodotta dell’azienda “L’altra Italia” di Ivrea e nata da un’idea dell’imprenditore Nicola Mercati. Si tratta di un’urna biodegradabile al 100 per cento, costituita in legno di tiglio massiccio e realizzata a mano in laboratori della Toscana. Nella parte superiore dell’urna si inserisce una piantina già germogliata e le ceneri, contenendo fosforo e potassio, ne aiutano la crescita. Il tutto va innaffiato periodicamente a seconda della pianta, del fiore o dell’albero scelto per eternare il ricordo di un proprio caro.

«I nostri clienti – spiega Mercati – sono accomunati dall’attenzione per l’ambiente, dato che le nostre urne possono essere interrate in luoghi naturali. Essendo all’inizio, le vendite non sono ancora tante: parliamo di alcune decine di prodotti. Riscontriamo difficoltà perché la nostra tecnica è vista dalle istituzioni competenti come una forma di dispersione quando in realtà le ceneri rimangono lì dove sono state piantate e addirittura generano un nuovo essere vivente». Secondo le attuali normative, le ceneri infatti non possono essere disperse e devono rimanere nell’ambito dei centri abitati. Questioni burocratiche che non si presentano quando si tratta di cani e gatti. «Gli animali rappresentano il 50% delle richieste per le nostre urne – conferma Mercati – e nel loro caso è più facile operare perchè non ci sono limiti normativi a riguardo».

Alcune tipologie di diamanti: costo minimo 3 mila euro

I diamanti della memoria
Dai laboratori di Domat/Ems, nella Svizzera settentrionale, arrivano invece i diamanti prodotti con le ceneri dei defunti. Nel nostro Paese a occuparsi della procedura doganale e della consegna al cliente è Algordanza Italia, società autonoma, ma compartecipata dall’omonima casa madre. I “diamanti della memoria” nascono a partire dal carbonio, presente nei resti delle persone scomparse, che viene trasformato in grafite e sottoposto ad alti livelli di pressione e temperatura. I preziosi ottenuti sono tutti diversi fra loro: la colorazione, dal bianco al blu, dipende dalla quantità di boro presente in ciascun organismo. «Mediamente vendiamo un diamante al mese – precisa Christina Sponza, tra i soci fondatori dell’azienda – e i nostri clienti sono soprattutto figli che hanno perso i genitori. Rari i casi di vedovi che vogliono fare un gioiello con le ceneri della moglie morta: finora ce ne sono capitati solo due. Spesso invece si rivolgono a noi i parenti di malati terminali, i quali avevano lasciato scritto di voler essere trasformati in diamanti». I costi vanno dai 3 mila ai 24 mila euro circa, a seconda che si tratti di diamanti tagliati o grezzi. «A noi si rivolgono persone di diversa estrazione sociale e culturale. La maggior parte – racconta Sponza – ci contatta attraverso il web o i social, in altri casi lo fa tramite l’impresa a cui si rivolge». I tempi di realizzazione possono essere di sei mesi o addirittura un anno e questo comporta costi molto alti di produzione. «All’inizio le ditte di onoranze funebri erano diffidenti nei nostri confronti, oggi c’è chi ci chiede l’esclusiva della vendita dei nostri prodotti in un determinato territorio».

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

15 − otto =