Calabria, ordinanza della Santelli per apertura bar e ristoranti. Il governo rinuncia alla procedura accelerata

Lo scontro tra il Governo rappresentato dal ministro Boccia e Calabria governata da Jole Santelli è stato al centro dell’opinione pubblica per diversi giorni. Prima l’ultimatum del ministro alla Santelli di ritirare l’ordinanza che prevedeva l’apertura di bar e ristoranti, poi dalle parole ai fatti con il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia che ha impugnato l’ordinanza della Regione dello scorso 29 aprile.

Oggi, l’avvocatura dello Stato, per conto del Governo, ha rinunciato alla procedura accelerata con la richiesta di decreto cautelare monocratico al presidente del Tar di Catanzaro nel procedimento aperto contro la Regione Calabria per l’ordinanza della presidente Jole Santelli che consente il servizio ai tavoli, se all’aperto, per bar e ristoranti. Lo hanno annunciato i legali nel corso dell’udienza tenuta stamani. Il presidente del Tar ha quindi fissato per sabato alle 9.30 l’udienza collegiale che esaminerà il ricorso.