Calcio e imprese, ecco un aiuto ai giocatori per investire i propri risparmi

L'Uefa ha approntato un corso sulla sua piattaforma online per aiutare gli ex calciatori a non dilapidare quanto guadagnato in carriera con investimenti sbagliati

calcio e imprese

Calciatori, campioni con stipendi da capogiro. Tuttavia, cosa fare una volta che si è deciso di appendere gli scarpini al chiodo? La maggior parte tenta, con alterne fortune, di proseguire rimanendo nel mondo del calcio in veste di allenatore, dirigente o procuratore. Qualcuno si reinventa imprenditore riuscendo ad avere successo, mentre altri, purtroppo, non hanno le stesse fortune arrivando a sperperare anche ingenti fortune. Come non ricordare esempi del passato quali Garrincha, (2 volte campione del mondo con il Brasile e poi morto in assoluta povertà per una cirrosi epatica e un edema polmonare), George Best (la leggendaria stella irlandese del Manchester United ha avuto enormi problemi con l’alcol che lo hanno accompagnato fino alla morte. Storica la sua frase “Ho speso molti soldi per alcol, donne e macchine veloci. Il resto l’ho sperperato”) o Paul Gascoigne (anche lui preda del “demone nella bottiglia”). Perché simili situazioni non si verifichino più la Uefa ha istituito un programma ad hoc, il Financial Management Training (Uefa Fmt) per insegnare ai professionisti del pallone a investire correttamente il proprio denaro.

Lo sviluppo e le finalità del corso Uefa
La Uefa Fmt è una piattaforma di e-learning a cui possono accedere giocatori di calcio e calcetto per seguire un corso di gestione finanziaria, organizzato con la collaborazione del Banco Santander, pensato appositamente per loro. La struttura è divisa in sette moduli (l’intera durata è di 25 ore) durante i quali verrà spiegato come gestire le proprie finanze, prendere decisioni in campo economico e pianificare il futuro, ovviamente dal punto di vista degli investimenti. Il programma, infatti, si occupa di spiegare i principi base della finanza (la gestione della liquidità), credito, risparmi e investimenti e principi base dell’imprenditorialità. Come riporta la pagina del portale sul sito Uefaacademy.com, «con l’aiuto di due documenti giustificativi che completano e aggiornano durante la loro esperienza di apprendimento, la UEFA FMT è progettata per aiutare i giocatori a prendere rapidamente il controllo delle loro finanze e del loro futuro finanziario. La piattaforma di e-learning offre esempi di vita reale per garantire che le competenze e le conoscenze acquisite possano essere rapidamente trasferite e applicate». Una volta terminato il corso i partecipanti saranno in grado, spiega l’Uefa, di avere una visione chiara del loro budget e dei loro obiettivi finanziari, le conoscenze per gestire le proprie finanze in modo sano ed equilibrato e per prendere decisioni informate e saranno attrezzati per non perdere il controllo delle proprie finanze.

Testimonial d’eccezione
Per supportare l’iniziativa sono stati scelti diversi testimonial, come l’ex portiere della nazionale inglese Daniel James, oggi Dj, o l’ex centrocampista della Lazio, Gaizka Mendieta, che ha investito i soldi guadagnati da calciatore nella ristorazione. Inoltre, come spiega Simon Rolfes, ex giocatore del Bayer Leverkusen e della nazionale tedesca, oggi direttore sportivo del club, «comprendere come funzionano le tue finanze è essenziale nella vita di un calciatore. L’addestramento sulla gestione finanziaria della Uefa offre ai giocatori le chiavi per padroneggiare le basi della gestione finanziaria e gli strumenti per gestirla su base giornaliera e pianificare in anticipo. Penso che sia molto importante rimanere al “posto di guida” e questa formazione aiuta a prendere le giuste decisioni».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

12 + 19 =