Calenda, la playlist per Azione: da Ac/Dc a Orietta Berti 

Clash, Metallica, Hendrix, Led Zeppelin. Ma anche Britney Spears, Memo Remigi, Rammstein e Orietta Berti. Carlo Calenda chiama a raccolta Twitter per un aiuto sulla playlist per il prossimo evento della neonata formazione politica ‘Azione’, e gli utenti accorrono numerosissimi dando invece vita a una singolare e ipotetica colonna sonora tutta da vagliare. A mancare, spiega il diretto interessato, uno dei brani di punta: “Mi serve una mano – scrive infatti Calenda – per la colonna sonora dell’evento di domani. Canzone di chiusura. AC/DC thunderstruck, Springsteen Born to Run o… Evitate – l’ammonimento – di suggerire roba moscia”. Quello che ne viene fuori è invece un mix in bilico fra rock e classica canzone leggera all’italiana. Con qualche inaspettata sorpresa, nell’ormai consueto segno ironico del social.  

Tra i suggerimenti, ecco quindi spuntare i Metallica con ‘Ride The Lightning’, il classicone degli Europe ‘The final countdown’, Hendrix con ‘All along the Watchtower’ (che però è di Bob Dylan), i Led Zeppelin con ‘Immigrant song’ e ‘Black Dog’, ‘Highway to Hell’ degli AC/DC e The Clash con ‘London calling’ – ma, avvertono, “quest’ultima a suo rischio e pericolo” Playlist finita? Quando mai. Nell’ordine sfilano anche ‘Eravamo 4 amici al bar’ di Gino Paoli, ‘Toxic’ di Britney Spears, ‘La Campagnola’ di Gigione, ‘Feuer frei’ dei Rammstein, Orietta Berti con ‘Fin che la barca va’. 

Tanti quelli che decidono di motivare la scelta del brano: “Guerrilla Radio dei Rage Against the Machine, solo per vedere schiumare un po’ di persone, poi prendo pop corn e attendo i post su Twitter. Carlo ti prego, FALLO!”. E ancora: “Cicale di Heater Parisi. Fate tanto rumore ma non servite a un caz… Mi pare che ci può stare”. Tra i brani selezionati per Calenda anche “Io ti darò di più di Memo Remigi. Compresa nel prezzo anche una prova da brividi da stuntman”, “Siamo una squadra fortissimi, visto il livello” o i “Jalisse” che “spaccano sempre.. poi fai come ti pare eh”. E se fra i commenti c’è anche chi tagga Miss Keta – per ora insensibile alla chiamata -, ecco spuntare fra i suggerimenti un mito di Twitter, il profilo (fake e perfetto) di Boskov: “Io – scrive – consiglia pezzo più nazionalpopolare, per esempio sigla di Novantesimo Minuto”.