Cambiamenti climatici, la Rainbow Warrior di Greenpeace torna in Italia

L’imbarcazione più famosa dell’organizzazione ambientalista, torna in Italia nell’ambito del suo tour europeo “Uniti per il clima” per la lotta ai cambiamenti climatici

cambiamenti climatici

La lotta ai cambiamenti climatici passa anche per il mare. La Rainbow Warrior di Greenpeace, infatti, l’imbarcazione più famosa dell’organizzazione ambientalista, torna in Italia nell’ambito del suo tour europeo “Uniti per il clima”, per sensibilizzare sui cambiamenti climatici e sugli impatti che questi hanno su di noi, anche in Italia, e per proporre soluzioni alla emergenza climatica in corso.

«I cambiamenti climatici sono ormai una realtà nella vita quotidiana di tutti gli italiani», dichiara Luca Iacoboni, responsabile campagna Energia e Clima di Greenpeace Italia. «Alluvioni, bombe d’acqua, siccità, non sono maltempo, ma le conseguenze del clima che cambia. Abbiamo bisogno di scelte politiche decise, che ci indirizzino verso un rapido abbandono dei combustibili fossili, ma chi ci governa continua a non voler abbandonare la principale causa della crisi climatica in corso».

Tappe e programma
La Commissione europea ha sostanzialmente bocciato il Piano Nazionale Integrato Energia e Clima (PNIEC) presentato dal governo Conte. La commissione ha infatti messo nero su bianco che la direzione presa dall’Italia nel PNIEC non è adeguata a contrastare i cambiamenti climatici. In particolare, come scritto chiaramente, la centralità data al gas nel piano presentato dall’Italia è in contraddizione con gli obiettivi di decarbonizzazione, ovvero di progressiva eliminazione delle emissioni di CO2.

La Rainbow Warrior sarà a Siracusa il 25 e il 26 giugno, presso il molo numero 4 (al Largo Molo Stazione Porto), visitabile secondo i seguenti orari:

25 giugno

– Dalle ore 16 alle 19 e 30

26 giugno

–  Dalle ore 9 e 30 alle 12

La Rainbow Warrior sarà aperta gratuitamente a tutte e tutti. Prima di salire a bordo, sarà inoltre possibile visitare un vero e proprio “villaggio Greenpeace”, con un’area per bambine e bambini, una mostra sui cambiamenti climatici in Italia e in Europa (e sulle soluzioni per contrastarli), un angolo di realtà virtuale e un “rinfresco”, ovviamente #plasticazero.

Seconda e ultima tappa a Palermo, dove la nave sarà aperta al pubblico dal 29 giugno al primo luglio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

quattro × uno =