Camera, 48 dipendenti andranno in pensione con meno di 60 anni

Ma con i tagli decisi dall'Ufficio di Presidenza, nei prossimi 5 anni sono previsti risparmi per 20 milioni di euro

Niente legge Fornero e né Quota 100 per 48 dipendenti della Camera, che nei prossimi tre anni potranno andare in pensione, pur avendo meno di 60 anni. Lo riferisce “Il Tempo” in un articolo che ricorda come la legge consenta agli impiegati di Montecitorio e Palazzo Madama di accedere a un esodo pensionistico anticipato.

I tagli…
Il 10 aprile scorso l’ufficio di presidenza della Camera, come ha ricordato lo stesso presidente con un video su Facebook, è intervenuto con una serie di riduzioni sulle “pensioni d’oro” (così Fico le ha espressamente definite), che faranno risparmiare 20 milioni a partire dal 2022. «Siamo riusciti a fare un taglio sulle pensioni superiori ai 100.000 euro erogate per il personale», aveva dichiarato Fico, elencando gli effetti della delibera dell’Udp: ci sarà un taglio del 15 per cento per chi percepisce tra i 100.000 e i 130.000 euro; del 25 per cento per chi prende da 130.000 a 200.000 euro l’anno; del 30 per cento dai 200.000 ai 350.000 euro l’anno; del 35 per cento dai 350.000 ai 500.000 euro/anno; del 40 per cento per chi ha una pensione che supera i 500.000 euro annui.

Il taglio aveva aggiunto Fico su Facebook, sarà applicato per 5 anni e attiverà una riduzione di spesa pari a 20 mln di euro l’anno che «sommati ai vitalizi portano il risparmio a 60 mln di euro».