Camera, a luglio il concorsone per assumere trecento persone

Figure ricercate: consiglieri parlamentari, documentaristi, segretari e assistenti parlamentari

Arriva il “concorsone” per la Camera a luglio. Il quotidiano “Il Tempo” ne riporta tutti i dettagli principali: i posti disponibili saranno tra i 250 e i 300, con i nuovi dipendenti che si affiancheranno agli attuali 1063. Quest’estate partirà il primo dei quattro bandi previsti, riservato all’assunzione di consiglieri parlamentari, con gli altri tre che si svolgeranno nel 2020.

Il secondo bando punterà ad assumere documentaristi, che svolgono attività concernenti l’istruttoria e la formulazione di elaborati documentali, tecnici o contabili, oltre a redarre i resoconti integrali degli interventi parlamentari. Il terzo bando riguarderà i segretari parlamentari, che gestiscono documenti tecnici e contabili, oltre agli archivi e altre procedure d’ufficio. L’ultimo è per gli assistenti parlamentari, che si occupano della vigilanza, della sicurezza delle sedi e dell’assistenza.

Compensi
Gli stipendi dei nuovi assunti saranno stabiliti dall’ufficio di presidenza dopo un confronto con i sindacati, già aperto dal presidente Roberto Fico. I compensi attuali dovrebbero essere ritoccati al ribasso. Confermata inoltre la possibilità di pensione anticipata per 16 dipendenti all’anno fino al 2021, che potranno uscire dal lavoro anche prima dei 60 anni. Dal 2022 non ci saranno più restrizioni.