Calabria, il capitano “Ultimo” nuovo assessore all’Ambiente

Sergio De Caprio, il Capitano Ultimo, è il primo assessore della nuova Giunta regionale della Calabria, nominato dalla Presidente Jole Santelli. È stato a capo dell’unità Crimor dei Carabinieri ed è noto soprattutto per aver arrestato Totò Riina nel 1993. Con il grado di colonnello è stato vice comandante del Comando Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente a Roma

Colpo a sorpresa

L’annuncio della presidente è arrivato nel corso della conferenza stampa a Montecitorio. Jole Santelli inizia con un colpo a sorpresa: il primo assessore della sua giunta è il capitano Ultimo, l’uomo che ha catturato Totò Riina, il capo dei capi della mafia siciliana.

Ultimo ha già ampia esperienza in campo ambientale: dal maggio 2018 gli è stato infatti affidato l’incarico di direttore attività convenzionali del Comando per la tutela della biodiversità e dei parchi dei Carabinieri Forestale (Cutfaa).

Le prime parole di “Ultimo”

“I temi sono tanti e li concorderemo con la presidente – ha detto Capitano Ultimo – Il concetto di autodeterminazione delle comunità senza interferenze o manipolazioni mafiose. Le scelte vanno condivise, un conto è servire, altro è praticare il dominio».