Carlo Calenda insulta, Giorgia Meloni lo massacra: “Ignorante e arrogante”

social

Un botta e risposta tra Giorgia Meloni Carlo Calenda. La discussione, che va in scena su Twitter, inizia però da un’intervista del leader di Azione dove imputa il successo di Fratelli d’Italia al fatto che “la Meloni parla come al bar”. Una frase che non è andata giù alla diretta interessata che subito, ospite a Rtl 102.5, ha tuonato: “È tipico della loro arroganza questo atteggiamento di disprezzo per la gente comune, ci hanno detto che alle nostre manifestazioni venivano solo parrucchieri e che eravamo ridicoli perché stavamo nelle periferie”.

BOTTA E RISPOSTA

Ma per Calenda la diatriba  non è finita qui. L’ex viceministro dello Sviluppo economico ha preso la palla al balzo per replicare con un cinguettio: “Non buttarla in tribuna Giorgia Meloni – si legge sul suo post -. La vera arroganza è quella di pensare di poter guadagnare 15mila euro al mese ma di non essere tenuta a fare proposte realizzabili, mentre ti riempi la bocca della parola popolo”. Questa volta a rimettere al suo posto Calenda non ci ha pensato la Meloni, ma gli italiani.

“Parlare come al bar significa chiarezza e semplicità, anche se con luoghi comuni. Ma l’appeal della Meloni viene anche da una opposizione coerente e sempre motivata. Molto utile un serio confronto”, ha scritto un utente, mentre un altro non ha potuto fare a meno di osservare: “Prima di contestare ciò, si ricordi che ci sono ministri che non fanno proposte realizzabili e si coprono di ridicolo”. Poi la sferzata più dura: “Beh… i suoi ex amici Pd, con cui è stato eletto, con lo stesso stipendio di 15.000 euro al mese e con in più la responsabilità di governo non mi pare che brillino in quanto a propositività. Considero il suo come il richiamo della foresta (piddina)”.