CartaBianca, il sondaggio: Pd superato anche dal M5s, ecco le cifre

Se a DiMartedì nel sondaggio di Nando Pagnoncelli sulla fiducia nei leader politici incredibilmente svettava Giuseppe Conte su tutti, tra l’altro con un vantaggio enorme su Giorgia Meloni seconda, la rilevazione effettuata per Cartabianca racconta tutta un’altra storia. Quale delle due corrisponde di più alla realtà? Lo scopriremo solo quando si tornerà finalmente a votare, ma intanto il sondaggio Emg mostrato su Rai3 da Bianca Berlinguer appare più verosimile. Innanzitutto perché il leader politico con più consensi non è Conte, che sta naufragando insieme a tutto il Movimento 5 Stelle di cui ha ufficiosamente assunto la guida, bensì Mario Draghi. Quest’ultimo è rilevato a un livello di gradimento pari al 53 per cento (+1 rispetto alla scorsa settimana), seguito dalla Meloni al 44 e poi da Conte al 40. Appaiato all’ex presidente del Consiglio si trova Luca Zaia, che ha guadagnato 2 punti nel giro di sette giorni. Più staccati Matteo Salvini (34 per cento) ed Enrico Letta (32). Per quanto concerne invece le intenzioni di voto, balza all’occhio il fatto che il Pd sia scivolato alle spalle persino del M5s, che Emg rileva dando per scontata la leadership di Conte e quindi “aggiungendogli” qualche punto in più proprio a discapito dei dem. I quali sono rilevati al 17,2 per cento: una notizia che farà sicuramente piacere al centrodestra, che si gode – almeno sulla carta – i suoi due partiti in cima ai sondaggi. La Lega è infatti sempre prima con il 21,9 per cento, mentre Fratelli d’Italia la segue al 18,5.