Casinò online: come (e quanto) amano giocare gli italiani? 

Casinò online

Milano, 12 agosto 2019 – Capire il mondo dei giochi online passa per il conoscere tanti aspetti che, inevitabilmente, fanno parte di questo settore in assoluta espansione. Il 2019, per i volumi di gioco dei casinò online, rimarca la linea del 2018, con un trend in costante crescita, specchio di un ottimo lavoro di progettazione e realizzazione dei processi e delle piattaforme.

Questa continua crescita delle piattaforme di gioco online la si sta riscontrando tanto in Italia quanto nel resto d’Europa. In particolare, dati alla mano, si rileva un incremento di oltre il 12% per il mese di giugno 2019 rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. È un ottimo risultato che dimostra come l’utenza abbia apprezzato le piattaforme senza risentire dei cambiamenti sostanziali che stanno caratterizzando le abitudini dei giocatori; ad esempio, il passaggio dal PC ai laptop e soprattutto a tablet e smartphone, che ha comportato una diversa giocabilità dell’offerta online ma che, sostanzialmente, non ha intaccato considerevolmente sulla richiesta complessiva.

Infatti, si è registrato un accesso da smartphone pari al 67% del totale degli accessi alle piattaforme che maggiormente si occupano di giochi online. Inoltre, sono state anche mappate le preferenze che vedono la scelta indirizzarsi sempre di più verso le piattaforme di gioco tramite browser, quelle sulle quali si è investito maggiormente per creare soluzioni avanzate di plug-and-play. La struttura del mercato italiano risulta abbastanza variegata, nessuna piattaforma detiene una quota di mercato predominante e, infatti, il 65% dei volumi sono divisi abbastanza equamente tra le prime 10 maggiori realtà di gioco non specializzate in poker.

Chi controlla e come difendersi dalle truffe

Questo grazie ad un sistema consolidato capace di garantire sicurezza anche al giocatore che per la prima volta si approccia al sito e non ne conosce il funzionamento, magari avendo anche dubbi e perplessità nel concedere facilmente i propri dati personali. È importante sapere che la differenza sostanziale può farla anche lo stesso giocatore e la sua capacità di valutazione. Il migliore degli approcci ai siti e piattaforme online di gioco deve essere minuzioso nella valutazione delle indicazioni fornite nei regolamenti e varie policy, che devono essere esplicitate sulle stesse piattaforme. Non bisogna autoconvincersi sulla base di annunci di guadagni con cifre più o meno alte. In Italia, la migliore garanzia in merito è prestata dall’ADM, ovvero l’Agenzia dei Monopoli (ex AAMS, Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato). Questo ente offre una garanzia di totale sicurezza della piattaforma o del sito che si sta utilizzando, aiutando il giocatore a fare le proprie valutazioni. L’ADM, che opera dal 1999 con oltre 2400 dipendenti, fa capo all’Agenzia delle Entrate e obbliga i siti di gioco online al pagamento di una sorta di cauzione oltre che a dimostrare il possesso di determinate assicurazioni a tutela del capitale dei giocatori che viene gestito. L’impegno dell’ADM è anche far sì che i giochi e le piattaforme siano pubblicizzati in modo sicuro e responsabile, cercando sempre di sensibilizzare il giocatore ad utilizzare gli stessi principi quando sceglie di giocare. Ogni piattaforma di gioco online e non, ha bisogno delle autorizzazioni dell’ADM per operare in Italia, senza le quali si tratterebbe indubbiamente di piattaforme illegali. L’ADM effettua controlli con una certa periodicità, per garantire sempre il massimo livello di tutela per l’utente. Per arginare il fenomeno dell’aggiramento delle regole da parte dell’utente alla ricerca di bonus maggiori o maggiori guadagni, l’ADM sanziona l’iscrizione a siti non autorizzati con un’ammenda pecuniaria che va da 51,00 € a 516,00 €, oltre che la reclusione per un massimo di 3 mesi. Quando si parla di bonus si intende uno dei maggiori vantaggi dei casinò online rispetto a quelli tradizionali; non se ne può trarre pieno vantaggio se non ne si conosce il funzionamento. La maggior parte dei bonus dei casinò sono pari ad una certa percentuale del deposito effettuato. Di solito, questa percentuale può essere compresa tra il 10% e il 200% del deposito. Se, ad esempio, il casinò offre un bonus del 200% fino a 300 €, succederà che se vi si depositano 100 €, se ne otterranno 200 di bonus. Inoltre, ci sono molti diversi tipi di bonus, come bonus senza deposito, bonus di riferimento, bonus di cashback e così via.

Tutte queste offerte hanno condizioni diverse che devono essere soddisfatte e quindi ci sono altre condizioni per la trasformazione dei bonus in denaro prelevabile, più comunemente note come requisiti di scommessa o di gioco. Al fine di garantire i criteri di sicurezza impostati dall’ADM, le piattaforme riconosciute avranno dovizia nell’assicurarsi dell’età anagrafica del giocatore, consentono di fissare un tetto massimo ai depositi di gioco, e obbligheranno all’invio di tutta la documentazione entro 30 giorni dall’inoltro della richiesta di iscrizione. Un sito approvato dall’ADM lo si riconosce per il logo che appone sempre visibile sulle piattaforme e nelle fasi di iscrizione. La legge italiana è molto sensibile all’argomento e, con il Decreto Dignità, dal 1 gennaio 2019, sono state bloccate le pubblicità del gioco d’azzardo (anche se sembra che l’effettività della misura è avvenuta solo nel secondo semestre). Un ulteriore provvedimento riguarda il gioco fisico, infatti l’obiettivo è la sostituzione di tutte le VLT e Slot con delle nuove che possano funzionare solo dopo aver riconosciuto la Tessera Sanitaria con il Codice Fiscale.

Un mercato solido e in continua espansione

L’offerta dei casinò online come https://www.italcasino.net/ è davvero ampia e spazia dai tradizionali giochi da tavolo, come il blackjack e il poker, passando per i dadi o la ruota della fortuna, fino alle Slot Machine e tanti altri. Proprio quest’ultima categoria ha fatto da traino a tutte le altre perché, con la digitalizzazione del gioco, molti giocatori che prima erano offline, connettendosi per le Slot Machine, hanno scoperto l’ampia gamma di altri giochi a disposizione, interessandosene ed appassionandosi. Ma quanto vale il mercato dei casinò online? Alcuni ricercatori del Politecnico di Milano hanno studiato la mole di questo mercato, per tracciare un contorno che ne definisca la consistenza economica. È stato rilevato che nel 2017 la spesa in casinò online è stata di quasi 1,4 miliardi di euro, ovvero circa il 34% in più rispetto all’anno precedente. Ma, nello specifico, mappare correttamente la spesa ci consegna dei dati anche sulle singole tipologie di gioco online. Ad esempio, la spesa per i classici giochi è cresciuta di quasi il 30% nel 2017 per complessivi 570 milioni di euro e una quota della torta totale di oltre il 40%; le scommesse sportive sono aumentate di quasi il 60% nello stesso anno, raggiungendo i volumi dei classici giochi; la spesa per il poker online è cresciuta molto meno, appena il 4%, con un volume di affari di oltre 140 milioni di euro, ovvero il 10% del volume totale del settore. Nel restante circa 10%, vi sono inclusi giochi come il Bingo, il Lotto, le scommesse ippiche e categorie affini, che hanno tutte registrato un aumento dal 4% al 50%. Un giocatore online spende mediamente 52€ al mese per i giochi tradizionali, al contrario di un giocatore di scommesse sportive che, al mese, ne spende mediamente 28. Per il poker, la spesa media mensile si aggira tra i 10 e i 13€. Cifre diverse si riscontrano su porzioni di giocatori più piccole: infatti, mediamente, un giocatore su cinque spende più di 500 € al mese in giochi online. Il giro d’affari non è soltanto tra piattaforme e giocatori ma anche per lo Stato che, nel 2017, ha ricavato oltre 300 milioni di euro dai diritti per i giochi online, una somma superiore di quasi il 30% rispetto all’anno precedente. Questa particolare condizione di crescita generale del settore la si è riscontrata anche negli altri maggiori Paesi con un equivalente grado di regolamentazione, con la prima posizione in termini di volumi di fatturato che spetta al Regno Unito, che precede proprio l’Italia. Dati odierni confermano le preferenze degli ultimi anni, riscontrando un ruolo predominante del settore delle Slot Machine; si evince anche una tendenza al ritorno al gioco di tipo classico ma sempre tramite piattaforme di casinò online, che però incrociano l’interesse del giocatore sempre di più tramite supporti hardware come smartphone e tablet, riducendo ancora la quota di giocatori che preferisce il gioco online solo tramite desktop. Proprio questo aspetto potrebbe determinare una battuta d’arresto nel processo di crescita complessivo per quei siti che non sono ancora dotati di piattaforme accessibili da smartphone.

Per informazioni: EPlanet Lab Limited
e-mail: [email protected]

(Fonte: Adnkronos Immediapress)

Annunci