Caso Orlandi, si lavora sui denti del teschio  

Potrebbero arrivare già lunedì i primi risultati ufficiali sugli esami condotti sulle ossa rinvenute nella sede della Nunziatura Apostolica in via Po a Roma. L’ipotesi è che i resti trovati possano essere di Emanuela Orlandi, la giovane cittadina vaticana scomparsa nel 1983. In particolare si dovrebbe avere certezza sul sesso. Servirà invece ancora qualche giorno per l’esame del Dna e per sapere la data della morte.  

L’attenzione degli inquirenti è puntata anche sul teschio rinvenuto, e in particolare sull’arco dentale. Si cerca di capire se un molare possa essere un dente del giudizio e questo porterebbe a escludere che le ossa appartengano ad un minore.  

(Fonte: Adnkronos)