Castrazione chimica, Gelmini: «Il convoglio sovranista è deragliato»

La capogruppo di Forza Italia alla Camera attacca Lega e Fratelli d'Italia dopo la bocciatura dell'ordine del giorno

forza italia
Mariastella Gelmini (foto da Twitter)

Si aprono crepe nel centrodestra. Nonostante l’alleanza tra Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia tenga a livello locale, come dimostrano le recenti elezioni amministrative in Abruzzo, Sardegna e Basilicata, in Parlamento solo il partito di Matteo Salvini fa parte dell’opposizione mentre gli alleati, Forza Italia in testa, chiedono da tempo al vicepremier e ministro dell’Interno di rompere l’alleanza con il MoVimento 5 Stelle e puntare con loro a nuove elezioni. Così, dopo che alla Camera l’ordine del giorno sulla castrazione chimica, appoggiato da Lega e Fratelli d’Italia, è stato bocciato ecco, via Twitter, il commento di Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera: «La corsa Salvini-Meloni a scavalcarsi a destra si schianta contro i numeri. Su ordine del giorno di Fdi su castrazione chimica, la maggioranza si è spaccata e Lega e Fratelli d’Italia si sono visti bocciare l’odg con 383 voti. Il convoglio sovranista è deragliato in partenza…».

La risposta di FdI
A rispondere alla Gelmini è stato il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida: «Prima di straparlare di Fratelli d’Italia la collega Mariastella Gelmini farebbe bene a guardare in casa propria. Segnatamente, rispetto alla bocciatura del nostro ordine del giorno sulla castrazione chimica, facciamo notare che Forza Italia ha votato no insieme al Partito democratico, al Movimento 5 Stelle e a Leu. Il convoglio sovranista, come dice Gelmini, è quindi deragliato perché il patto del Nazareno ha votato contro. Comprendiamo che i forzisti ultimamente non abbiano molte cose di cui vantarsi, ma andar fieri di aver votato col Pd contenti voi».