Catania, Salvini contro i violentatori: «Castrazione chimica»

Il vicepremier e ministro dell'Interno ha commentato la vicenda che ha visto vittima una giovane americana a Catania

lega

Matteo Salvini torna sulla vicenda che ha visto coinvolta una 19enne americana a Catania, violentata da 3 ragazzi conosciuti in un locale: «Per i vermi violentatori di Catania, che hanno stuprato una turista, nessuno sconto: certezza della pena e castrazione chimica!», ha scritto su Facebook il vicepremier e ministro dell’Interno.
La giovane era stata invitata a bere dai tre ragazzi e poi, attirata in auto, violentata e filmata.

La vicenda
In seguito alla denuncia della ragazza, i tre giovani sono stati fermati dai carabinieri di Catania per violenza sessuale di gruppo nei suoi confronti. Gli abusi sono stati commessi lo scorso 21 marzo in un’auto dopo che la vittima era stata accompagnata a bere in locali della ‘movida’ della città e ripresi dai tre con i loro telefonini. Sono stati identificati grazie a un video che la ragazza aveva girato con loro in un locale del centro e da quello che le era stato inviato, il giorno dopo, da uno dei violentatori che la invitava a uscire ancora insieme.

Il comune si costituisce parte civile
Il sindaco di Catania, Salvo Pugliese, ha dichiarato dopo l’accaduto: «Un sentito ringraziamento a magistratura e forze dell’ordine che hanno prontamente assicurato alla giustizia gli autori del vile e brutale episodio di violenza, nel centro storico, ai danni di una ragazza americana». Inoltre, il primo cittadino ha dato mandato all’avvocatura comunale di costituzione di parte civile del Comune del capoluogo etneo nell’eventuale processo contro gli aggressori. «Alla giovane ospite della nostra città – ha aggiunto il sindaco – va la più sentita solidarietà della comunità catanese che condanna fermamente la gravissima azione che oltre ad avere gravemente leso la dignità della ragazza, macchia anche la reputazione di Catania».