Cecchi Paone contro il dottor D’Amore: “Non parli di tsunami, la Campania è ridotta così perché lei non è capace”

E’ stato un duro attacco quello che Alessandro Cecchi Paone ha sferrato contro Antonio D’Amore, direttore dell’Asl Napoli 2, durante il programma di Massimo Giletti su La7, Non è l’Arena. La discussione è nata quando il dottore campano ha parlato del caos tamponi utilizzando il termine “tsunami”. Il giornalista in studio si è infuriato: “Ha detto una cosa inaccettabile, ha detto che è stato colpito da uno tsunami. La parola tsunami è stata coniata dal viceministro Sileri per quello che è avvenuto a febbraio in Lombardia, in Veneto e in Emilia Romagna. Non si può permettere di dire che è stato colpito da uno tsunami a ottobre, perché avete visto tutto quello che è successo al Nord. Lei non ha avuto nessuno tsunami, ha avuto una marea montante che poteva gestire benissimo. La Campania ha avuto tutto il tempo per prepararsi“.Insomma, Cecchi Paone ribadisce che la seconda ondata di coronavirus era stata ampiamente prevista, non è stata inaspettata come quella di marzo. Ecco perché tutte le Regioni, inclusa quella di Vincenzo De Luca, avrebbero potuto organizzarsi diversamente in vista dell’autunno e del prevedibile nuovo aumenti di casi Covid. D’Amore ha provato a giustificarsi e controbattere: “Capisco il discorso di aggredire l’avversario, ma si risenta la trasmissione”. A quel punto Cecchi Paone non ha voluto sentire ragioni: “Non mi dia insegnamenti, la televisione gliela insegno io”, e poi una dura accusa: “Se la Campania è ridotta così, vuol dire che lei  non è capace, dovrebbe andarsene”.   16