Individuato detenuto che nascondeva telefono cellulare nell’ano

Arriva da Vibo Valentia la notizia che un detenuto aveva a propria disposizione un telefono cellulare. Una notizia già di per se incredibile, ma che si arricchisce di dettagli che rendono il fatto abbastanza singolare.

Cellulare negli orifizi intimi

Un uomo, detenuto presso la casa circondariale della città calabrese, nascondeva il dispositivo all’interno dell’orifizio anale.

Nel comunicato, diffuso dalla Uilpa Polizia Penitenziaria Calabria, si sottolinea la brillante operazione che ha permesso di far luce sul fatto.

Il tutto, come sottolinea il segretario generale Salvatore Paradiso, è stato possibile nonostante carenze che vanno dall’inadeguatezza degli organici alla carenza di dotazioni tecnologiche e strumentali.