Coronavirus, l’attacco social di Chef Rubio a Salvini: “Ricordatevi che pezzo di m… è costui”

L’emergenza coronavirus non ha assolutamente placato i continui riferimenti social di Chef Rubio (Gabriele Rubini) nei confronti di Matteo Salvini.

Spesso per le sue uscite Rubio si ritrova al centro dell’attualità del Paese anche a causa delle liti che si accendono. Negli ultimi giorni, Rubio tramite twitter non ne ha risparmiata nessuna al leader della Lega, coinvolgendo in un caso anche Giorgia Meloni

Il profilo twitter di Chef Rubio

Sul profilo social del cuoco, Rubio condivide un emendamento sulla Sanità, poi ritirato, che ha tra i firmatari anche il capo politico del Carroccio e lo commenta in modo assai colorito: “Questo è @matteosalvinimi: salvare chi manda al massacro gli operatori sanitari e poi riempire la cloaca che chiama bocca, di complimenti a chi sta in trincea. L’emendamento è stato ritirato, ma ricordatevi sempre che pezzo di merda è costui”.

Pasqua e la riapertura delle Chiese

Commentando la richiesta di Salvini di (ri)aprire le chiese per Pasqua, arriva il secondo twit di Rubio: “Ma sei più per il candelabro a sette braccia o per cuore sacro de Maria? Sembri confusoh @matteosalvinimi oltre che intrippatoh. Deciditi merloh”.

Mentre a conclusione del tris social, Rubio scrive questo: “Caro il mio coglionazzi @matteosalvinimi, Jean @janavel7 ha praticamente sintetizzato la tua esistenza in 240 caratteri. Certo, ha omesso qualche viziuccio, ma per il resto direi che ci siamo”. Il messaggio commenta il post di un account che insulta Salvini.

Anche Giorgia Meloni nel mirino

Chef Rubio ha trovato anche tempo e spazio per la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, che definisce essere una “sciacalla”, per un’iniziativa del partito sulla distribuzione delle mascherine: “Capitan sciacalla @GiorgiaMeloni colpisce ancora. Personalizza anche tu lo sciacallaggio, metti in atto anche tu la shock economy”, questo i tenore del post di Rubio.