Chimica e farmaceutica, premio a migliori esperienze aziendali di csr  

“L’industria chimica e l’industria farmaceutica continuano a essere tra i settori manifatturieri più virtuosi in ambito di sicurezza, salute dei lavoratori e tutela dell’ambiente. Lo dimostrano, in particolare, la riduzione delle malattie professionali e degli infortuni rapportati alle ore lavorate, diminuiti al ritmo medio annuo rispettivamente del 5,0% e del 4,2% negli ultimi 8 anni. E il fatto che il settore sia già in linea con gli obiettivi dell’Unione europea sui cambiamenti climatici al 2020 e al 2030 con una riduzione dei gas serra del 61% e un miglioramento dell’efficienza energetica del 55% rispetto al 1990”. Così una nota della Giornata nazionale Sicurezza Salute Ambiente (Ssa) voluta da Federchimica, Farmindustria, Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil, proprio per promuovere l’impegno di responsabilità sociale dell’industria chimica e dell’industria farmaceutica in particolare sui temi della salute, sicurezza e tutela dell’ambiente.  

L’edizione 2018 della Giornata è stata dedicata al tema della ‘Comunicazione efficace della sicurezza’: sebbene gli infortuni sul lavoro siano sempre in calo, per rimuovere tutti i fattori che concorrono a causarli è infatti importante impegnarsi per la diffusione della cultura della sicurezza, anche per ottenere comportamenti più consapevoli. 

“La diffusione della cultura della sicurezza è parte integrante delle scelte di responsabilità sociale adottate con il rinnovo contrattuale del 19 luglio scorso. Nell’accordo sono stati previsti l’ampliamento dell’attività formativa realizzata a livello nazionale e nuovi strumenti di comunicazione, a partire dal lancio di un sito Internet, gestito congiuntamente dalle parti sociali settoriali, interamente dedicato alla sicurezza”, spiega ancora la nota. 

Tutte iniziative che testimoniano il valore positivo del modello di relazioni industriali partecipative del settore, in cui la responsabilità sociale è un obiettivo prioritario. Lo confermano le sempre più numerose iniziative della contrattazione aziendale e, proprio nell’ambito della Giornata Ssa, è stato assegnato il Premio ‘Migliori esperienze aziendali’ per iniziative condivise sui temi della tutela della sicurezza e della salute sul luogo di lavoro, del rispetto dell’ambiente e, più in generale, in materia di welfare contrattuale. 

Quest’anno la giuria, composta dai rappresentanti di parte datoriale e sindacale, ha assegnato il riconoscimento a Merck Serono, Sasol Italy e Solvay Specialty Polymers Italy, con le seguenti motivazioni: a Merck Serono “per aver favorito la cultura dell’inclusione lavorativa dei soggetti diversamente abili, attraverso un sistema di azioni e monitoraggi condivisi tra azienda e rappresentanze sindacali in partenariato con le istituzioni pubbliche, le associazioni di promozione sociale e le fondazioni del Terzo Settore”. 

A Sasol Italy “per lo sviluppo di una cultura di responsabilità sociale dell’impresa, in particolare attraverso scelte di welfare contrattuale tese a rafforzare l’assistenza sanitaria integrativa e la previdenza complementare e la realizzazione di un modello partecipativo a livello di Gruppo e di Sito”. A Solvay Specialty Polymers Italy, infine,”per l’impegno profuso per lo sviluppo di un’impresa responsabile che pone particolare attenzione non solo alla sicurezza e salute nei luoghi di lavoro, ma anche al corretto stile di vita, alla conciliazione tra esigenze personali e professionali, con il coinvolgimento consapevole e attivo dei lavoratori e dei loro rappresentanti”. 

(Fonte: Adnkronos Labitalia)