Cimabue trovato in cucina, asta record da 24 milioni 

di Paolo Martini  

Un dipinto attribuito a Cimabue (Firenze 1240 – Pisa 1302), recentemente ritrovato in una casa di Compiègne, nel dipartimento dell’Oise della regione dell’Alta Francia, è stato venduto con un prezzo record: è stato aggiudicato oggi pomeriggio per 24.180.000 di euro (tasse comprese), in un’asta a Senlis, a nord di Parigi. L’opera su tavola con fondo oro dal titolo ‘Cristo deriso’ era stimata fra 4 e 6 milioni di euro.  

L’annuncio del record è stato dato dalla casa d’aste Actéon, precisando che il prezzo di partenza è stato di 19,5 milioni di euro, al netto delle tasse. Acteon non ha reso noto il nome dell’acquirente, che per ora, dunque, resta anonimo.