Clima, cosa comprare per salvaguardare il pianeta Terra

Ecco 10 consigli firmati Coldiretti per tagliare i consumi di petrolio e ridurre le emissioni di gas ad effetto serra

clima

Si può fare di più per il futuro, per salvaguardare il clima e la salute del pianeta Terra. Con dei semplici gesti. Magari partendo dalla spesa, da ciò che si mangia nel corso della giornata. Mentre si sta per consumare lo sciopero per il clima che ha portato migliaia di studenti in piazza per i “Fridays for Future”, la Coldiretti sottolinea che in media un pasto percorre 1900 chilometri prima di arrivare sulle tavole, più o meno il tragitto che separa Roma da Copenhagen in automobile.  

La spesa salva clima
Con dei semplici accorgimenti nella spesa di tutti i giorni e nel consumo degli alimenti, infatti, ogni famiglia italiana può tagliare i consumi di petrolio e ridurre le emissioni di gas ad effetto serra di oltre mille chilogrammi (Co2 equivalenti) all’anno. Come? Seguendo i consigli della spesa salva clima pensata da Coldiretti. Ecco i dieci punti che si possono seguire: 

·       Preferire l’acquisto di prodotti locali che non devono subire lunghi trasporti con mezzi inquinanti;

·       Scegliere frutta e verdura di stagione che non consumano energia per la conservazione;

·       Ridurre le intermediazioni fino a fare acquisti direttamente dal produttore, come nei mercati di campagna amica della Coldiretti, per evitare passaggi di mano del prodotto che spesso significano inutili trasporti;

·       Privilegiare i prodotti sfusi che non consumano imballaggi come i distributori automatici di latte;

·       Acquistare confezioni formato famiglia rispetto a quelle monodose per ridurre il consumo di imballaggi per quantità di cibo consumato;

·       Fare acquisti di gruppo (anche in condominio) per ridurre i consumi di energia nei trasporti per fare la spesa;

·       Riutilizzare le borse per la spesa e servirsi di quelle fatte con materiali biodegradabili di origine agricola nazionale o di tela invece di quelle in plastica;

·       Ottimizzare l’energia consumata nella preparazione e conservazione dei cibi con pentole e frigoriferi a basso impatto;

·       Ridurre gli sprechi ottimizzando gli acquisti e riscoprendo la cucina degli avanzi per evitare che finiscano tra i rifiuti;

·       Fare la raccolta differenziata per consentire il recupero di energia dai rifiuti prodotti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

undici + dodici =