Colpaccio a Bergamo, il Cagliari vola in zona Champions  

Colpaccio a Bergamo e aggancio al quarto posto. Il Cagliari respira aria di Champions dopo l’impresa sul campo dell’Atalanta. La squadra di Maran s’impone per 2-0 nel match dell’undicesimo turno di serie A e aggancia proprio i bergamaschi in classifica a quota 21 punti, a una sola lunghezza dal terzo posto occupato dalla Roma.  

Per i sardi la doppia svolta arriva già nel primo tempo, prima al 32′ con lo sfortunato autogol di Pasalic su una punizione di Lykogiannis e poi al 39′ con l’espulsione di Ilicic, che scalcia lo stesso Lykogiannis dopo un contrasto sulla fascia destra e rimedia il rosso diretto. In mezzo, la migliore occasione per l’Atalanta che al 38′ centra la traversa con una conclusione da fuori di Gomez. In avvio di ripresa Gasperini manda in campo Malinovskyi e Gosens per Gomez e Gosens, la squadra di Gasperini spinge alla ricerca del pareggio nonostante l’inferiorità numerica ma al 58′ viene punita in contropiede dall’uruguaiano Oliva, che sfrutta nel migliore dei modi l’assist di Simeone.  

Il 2-0 e l’inferiorità numerica non piegano la resistenza dell’Atalanta, che generosamente cerca di riaprire la partita mostrando inevitabilmente il fianco alle ripartenze degli ospiti. Il Cagliari sfiora il terzo gol all’84, con Gollini che respinge con i piedi la conclusione di Nandez. Le ultime speranze dell’Atalanta si spengono invece all’87’ sul sinistro a giro di Malinovskyi sul quale Olsen vola a deviare in corner. E il Cagliari ora sogna in grande.