Come aprire un centro sportivo? Ecco i passaggi fondamentali

Gestirlo è il sogno nascosto di tanti italiani. Aria aperta, tesserati e l’attività fisica come sottofondo della vita di tutti i giorni

centro sportivo

Avere e gestire un centro sportivo è il sogno nascosto di tanti italiani. Aria aperta, soci tesserati a go go e l’attività fisica come sottofondo della vita di tutti i giorni.  Ma come si fa? Quali passaggi burocratici sono obbligatori? Premessa: il centro sportivo non va confuso con la palestra perché rappresenta a tutti gli effetti un’associazione senza scopo di lucro composta da più persone. La procedura in generale non è così complessa (è consigliabile comunque affidarsi a chi fa per mestiere consulenza nel settore, come per esempio l’Endas), ma va seguito un iter preciso per poi ottenere delle agevolazioni fiscali dedicate a chi ha in mano le chiavi di un centro sportivo, in affitto o di proprietà.    

Prima lo statuto
Il primo passo da fare consiste nel creare l’associazione tramite la creazione di uno statuto, l’atto costitutivo che spiega gli obiettivi che si intendono centrare. Di ogni socio fondatore va  indicato compito e mansione. Fondamentali, poi, disporre di libri verbali e contabili su cui registrare tutte le attività e iniziative del centro sportivo. Una volta completato lo statuto va depositato (in duplice copia bollata) presso l’Ufficio Registri Atti Privati e va chiesto all’Agenzia delle Entrate il codice fiscale per una attività non commerciale. 

In regola
Il luogo dove sorgerà il centro deve essere accatastato in C/1 o C/4 (se è un centro sportivo senza fine di lucro). In alternativa bisogna rivolgersi a un tecnico abitato per la variazione catastale. Bisogna poi procedere con l’agibilità della struttura, l’idoneità sanitaria, vanno rispettare inoltre le norme di sicurezza e quelle inerenti alle barriere architettoniche. Il bar? Si può aprire, ma prima c’è bisogno di essere in possesso di una partita Iva e delle autorizzazioni necessarie alla somministrazione di cibi e bevande. 

Tesserati
Il centro sportivo non può essere frequentato da tutti, non è aperto al pubblico. O meglio: chi entra deve essere un associato tesserato. La tessera viene data dietro il pagamento di una quota che va finanziare il centro sportivo e che serve per confermare l’iscrizione del socio. La tessera è una sorta di chiave per partecipare a tutte le iniziative interne (tornei e altro) ma anche per frequentare l’eventuale bar.     

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

10 − uno =