Conferenza delle Regioni: riapertura delle attività al dettaglio dall’11 maggio

“Poco fa la conferenza delle Regioni all’unanimità ha approvato un documento che chiede che fin da lunedì 11 maggio si possa riaprire il commercio al dettaglio e che dal 17 quando scadrà il dpcm firmato il 26 aprile scorso questa norma decada e venga totalmente attribuito alle regioni la responsabilità di elaborare un calendario completo di riaperture sin dal 18 maggio”. Lo ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti nel corso di un punto stampa.

BOCCIA

Sulle richieste dei governatori doccia fredda del ministro per gli affari regionali Boccia. Il ministro avrebbe ribadito dall’11 maggio esame dei dati del monitoraggio del ministero della Salute sul contagio da Covid 19 e in base a quelli dal 18 maggio possibili differenziazioni regionali nelle riaperture, anche in base alle linee guida dell’Inail. E’ la linea ribadita dal ministro degli Affari regionali Francesco Boccia nella videonconferenza in corso con i governatori, secondo quanto si apprende. Inoltre secondo il ministro l’ordinanza del sindaco di Ferrara, bloccata dal prefetto,  come quella della Regione Calabria, non rispetta le norme e mette in pericolo la sicurezza dei lavoratori. Non segue le linee guida nazionali che si stabiliscono in accordo con le parti sociali e l’Inail.