Contagi ancora in calo, 129 in 24 ore

C’è aria di nuova stretta sui controlli per il coronavirus in Italia, tra ordinanze dei sindaci per l’obbligo di mascherine all’aperto e avvertimenti dei presidenti di Regione. Ma non c’è solo la movida estiva a preoccupare:in Basilicata si registrano 36 positivi tra migranti bengalesi trasferiti dalla Sicilia in un territorio praticamente ‘Covid free’. Un caso che minaccia di diventare anche politico. Al fronte immigrazione si affianca quello delle aziende, con altri mini-focolai in particolare in Veneto. Il bilancio odierno dei nuovi casi nell’intero Paese è di 129, di nuovo in calo, mentre le vittime sono 15, nella media di luglio. L”Istituto superiore di sanità (Iss) certifica che la pandemia ha cambiato caratteristiche nell’ultimo mese. il 60% dei casi riguarda under 50 e la media di età dei contagiati è 43 anni. a fronte dei 61 anni dei primi tempi. Calano gli anziani contagiati:negli ultimi 30 giorni solo il 16% di questi ha più di 70 anni.

I NUMERI

Cala ancora il numero dei nuovi contagiati da coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia: secondo i dati del ministero della Salute sono 129, a fronte dei 190 di ieri. Le nuove vittime sono invece 15, per un numero complessivo di 35.073 decessi. I casi totali salgono a 244.752. Gli attualmente positivi sono ora 12.248 (-156), i guariti 197.431 (+269). I tamponi effettuati sono stati 43.110.

I nuovi positivi per il Covid sono 34 in Lombardia, 22 in Veneto, 18 in Emilia Romagna, 12 in Liguria, le altre regioni hanno incrementi a una sola cifra, tranne Puglia, Sardegna, Calabria, Valle d’Aosta Molise e Basilicata che non registrano alcun nuovo caso. I pazienti in terapia intensiva sono 49, due in più rispetto a ieri, i ricoverati con sintomi sono 732 (-13), quelli in isolamento domiciliare sono 11.467 (-181).