Il premier Giuseppe Conte live: “Al via la fase 2, se ami l’Italia mantieni le distanze”

“Grazie ai sacrifici fatti, stiamo riuscendo a contrastare la pandemia. Ora inizia la fase 2, quella di convivenza con il paese. C’è il rischio che i contagi salgano dobbiamo dircelo chiaramente, dobbiamo evitare che il contagio si diffonda”. Cosi il premier Giuseppe Conte live su facebook che aggiunge: “Bisogna mantenere la distanza sociale di un metro, se non rispettiamo le regole, avremo danni irreversibili. Abbiamo predisposto un meccanismo per tenere sotto controllo la curva di contagio, ci aspetta una sfida molto complessa. Dobbiamo gettare le basi per la ripartenza del paese, serve una stagione intesa di riforme per cambiare tutte quelle cose che non vanno da tempo, noi non ci tireremo indietro.

MASCHERINE

Sarà fissato il prezzo delle mascherine, prezzo giusto ed equo per pagare le imprese per la produzione e c’è l’impegno di eliminare l’iva sul prodotto. Il prezzo dovrebbe essere 0,50 per la mascherina chirurgica. Con il recovery found in Europa abbiamo ottenuto un risultato storico, ed è stato creato uno strumento innovativo che offrirà ai Paesi più colpiti di percorrere una strada di rirpesa grazie alla solidarietà.

NUOVO DECRETO 4 MAGGIO

Misure in vigore dal 4 maggio per le due settimane successive. Conferma misure assembramenti e spostamenti all’interno della Regione con le regole di prima, aggiungiamo spostamenti mirati per far visita a congiunti, con mascherine e mantenimento delle distanze.
All’interno delle Regioni spostamenti come adesso, divieto spostarsi tra Regioni, tra regioni spostamento per esigenze lavorative assoluta urgenza o motivi di salute.
Per persone con sintomi devono restare presso il loro domicili e avvisare medico curante.
Non consentiamo party privati a giovani o persone adulte. Consentiamo accesso a parchi ville e giardini pubblici ma con misure, i sindaci potranno disporre la chiusura di queste aree. L’attività motoria basterà un metro di distanza. Saranno consentiti allenamenti per atleti di discipline individuali. Per le cerimonie funebri, c’è stata fitta interlocuzuione rigido su questo fronte. Ha addolorato tutti assistere tanti decessi senza cerimonia funebri, saranno consentite le crimonie funebri con congiunti, fino a un massimo di 15 persone con mascherine e nel rispetto del distanziamento sociale. Sempre dal 4 maggio potrà rientrare nei luoghi di domicilio o di residenza chi è rimasto bloccato dal ‘lockdown‘.

18 MAGGIO

Dal 18 maggio riapriranno musei, mostre e luoghi culturali non ancora chiusi. Possibile ripartenza degli sport di squadra. Mentre parrucchieri ed estetisti riapriranno non prima di giugno.