Conte: «Il governo deve ancora completare il suo programma»

Il presidente del Consiglio, in una nota diffusa da Palazzo Chigi, spiega quali sono stati gli argomenti trattati, in due incontri riservati, con i vicepremier Salvini e Di Maio

governo

Sono stati due incontri da circa un’ora e mezzo quelli che hanno visto il premier, Giuseppe Conte, confrontarsi con i leader delle due anime del governo, i vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Al termine dei due colloqui, tenutisi separatamente per volere dello stesso presidente del Consiglio, Conte si è recato al Quirinale per un incontro con il Capo dello Stato, Sergio Mattarella.

Gli incontri con i vicepremier
In una nota diffusa da Palazzo Chigi, il premier riporta quali sono stati gli argomenti di cui si è discusso durante gli incontri. È stata un’occasione «per scambiare alcune valutazioni sugli esiti dell’ultima consultazione elettorale, sulla nuova composizione del Parlamento europeo e sulle procedure di nomina nelle Istituzioni europee». Il confronto con i due vicepremier «è stato serio e approfondito ed è servito a operare una ricognizione delle varie misure che tornano utili a rilanciare l’azione di governo. Ho raccolto – spiega Conte – le indicazioni dei vicepresidenti sulle misure di governo che stanno a cuore alle rispettive forze politiche e, per parte mia, ho riassunto le varie iniziative e i vari provvedimenti che giudico assolutamente strategici per il bene del Paese».

Completare il programma di governo
Infine, Conte ricorda le numerose misure ancora da attuare: «Il Governo del cambiamento deve ancora completare buona parte del suo programma. Ho elaborato un’agenda fitta di misure e provvedimenti da attuare che ci impegnerà per il resto della legislatura». Pertanto, conclude, «ho chiesto a entrambi i Vice Presidenti di accelerare i confronti e le valutazioni che sono in atto nell’ambito di ciascuna forza politica, in modo da poter ripartire già nei prossimi giorni con chiarezza di intenti e determinazione di risultati».