Conte, Mulè: «Discorso da libro cuore. Faremo opposizione senza sconti»

Il deputato di FI e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato, commenta il discorso del presidente del Consiglio alla Camera

governo

«Il discorso di Conte è una chiara e indiscutibile presa in giro all’intelligenza del Parlamento e degli italiani. Un elenco di buoni propositi da “Libro Cuore” dove apprendiamo che “tutti, ma proprio tutti dovranno pagare le tasse” (ed ecco sconfitta l’evasione fiscale); che la “ricostruzione delle zone terremotate è una priorità” (ed ecco scomparire tonnellate di macerie); che ci si può riscoprire europeisti e filo-atlantici, ricordarsi del Sud e dei giovani… una minestra insipida dove non esistono priorità e coperture. Per questo preoccupa moltissimo ciò che sarà in grado di combinare il governo più a sinistra della Repubblica non eletto dagli italiani. Per quanto ci riguarda faremo valere le posizioni e soprattutto l’opposizione di Forza Italia e del centrodestra: senza sconti, con la determinazione e le idee di un movimento liberale. Lo faremo fino a quando anche questo inganno non finirà», lo scrive in una nota Giorgio Mulè, deputato di FI e portavoce dei gruppi azzurri di Camera e Senato, commentando il discorso del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, alla Camera.

Sulla stessa scia del collega di partito anche il senatore Maurizio Gasparri che, durante il discorso di Conte, commenta in un tweet «inutile intervento ostruzionistico sul nulla, che pena. Li cacceremo».